Claudia Gagliardi

Seriofila, naturalmente curiosa, web writer per vocazione.

Laureata in Comunicazione d'impresa e pubblica in era pre-social, ma già editor a tempo pieno prima di terminare gli studi, è affascinata dalla comunicazione in tutte le sue forme. Quella scritta in primis, perché la scrittura è alla base di tutto, di ogni racconto, di ogni film, di ogni serie tv, di ogni ragionamento pensato o pronunciato. È ciò che resta in conclusione, è la sostanza delle cose, la struttura che regge qualsiasi altro elemento le ruoti intorno, perché come dice meravigliosamente Sylvia Plath, "la scrittura resta: va sola per il mondo".

Da sempre appassionata di storie, soprattutto quelle vere o con un fondo di verità, che aiutano a capire il mondo attraverso le vicende dei singoli, ad immedesimarsi, a camminare nelle scarpe degli altri, a coltivare l'intelligenza emotiva. E ne divora in gran quantità, in ogni momento utile, sfidando le leggi del tempo, purché siano scritte con maestria, eleganza, conoscenza profonda della materia o quantomeno quell'astuzia che sappia catturare l'attenzione in modo ipnotico.

Per OptiMagazine si è occupata di concerti, musica, eventi. Ma soprattutto cura la rubrica Serial Stalkers - così come l'omonima community di Facebook - che in questi anni ha raccolto recensioni, opinioni e notizie sulle serie del momento, o almeno quelle da cui vale la pena - opinione personale, s'intende - farsi trascinare con entusiasmo.

Claudia Gagliardi

Seriofila, naturalmente curiosa, web writer per vocazione.

Laureata in Comunicazione d'impresa e pubblica in era pre-social, ma già editor a tempo pieno prima di terminare gli studi, è affascinata dalla comunicazione in tutte le sue forme. Quella scritta in primis, perché la scrittura è alla base di tutto, di ogni racconto, di ogni film, di ogni serie tv, di ogni ragionamento pensato o pronunciato. È ciò che resta in conclusione, è la sostanza delle cose, la struttura che regge qualsiasi altro elemento le ruoti intorno, perché come dice meravigliosamente Sylvia Plath, "la scrittura resta: va sola per il mondo".

Da sempre appassionata di storie, soprattutto quelle vere o con un fondo di verità, che aiutano a capire il mondo attraverso le vicende dei singoli, ad immedesimarsi, a camminare nelle scarpe degli altri, a coltivare l'intelligenza emotiva. E ne divora in gran quantità, in ogni momento utile, sfidando le leggi del tempo, purché siano scritte con maestria, eleganza, conoscenza profonda della materia o quantomeno quell'astuzia che sappia catturare l'attenzione in modo ipnotico.

Per OptiMagazine si è occupata di concerti, musica, eventi. Ma soprattutto cura la rubrica Serial Stalkers - così come l'omonima community di Facebook - che in questi anni ha raccolto recensioni, opinioni e notizie sulle serie del momento, o almeno quelle da cui vale la pena - opinione personale, s'intende - farsi trascinare con entusiasmo.