Truth Be Told su Apple TV+ dal 6 dicembre, via al crime drama fra ingiuste condanne e suprematismo bianco

La showrunner parla della nuova serie originale Apple come di "un family drama coi connotati di un crime drama": ecco tutti i dettagli su Truth Be Told

1
CONDIVISIONI
[© APPLE]

Apple TV+ – la nuova piattaforma streaming di cui abbiamo già esaminato catalogo, funzionamento e costi – ha già iniziato a scrivere il secondo capitolo della sua storia. Dopo il debutto, il primo novembre, di The Morning Show, Dickinson, See e For All Mankind, il 28 novembre ha svelato i primi tre episodi di Servant. Il 6 dicembre, invece, è il gran giorno di Truth Be Told su Apple TV+, nuova serie originale creata da Nichelle Tramble Spellman e ispirata al romanzo Are You Sleeping di Kathleen Barber.

Di cosa parla Truth Be Told

Il libro è incentrato sulle vicende di due gemelle, allontanatesi una dall’altra dopo l’omicidio del padre. Il processo porta alla condanna del loro vicino sedicenne, Warren Cave, che dopo 19 anni in carcere diventa una versione abbrutita di sé con il corpo costellato di svastiche tatuate. Ad un certo punto, però, la giornalista Poppy Parnell si ritrova fra le mani delle prove che potrebbero scagionare Warren, e così decide di dar via a un podcast – Reconsidered – per riesaminare l’iter processuale.

Truth Be Told, la serie su Apple TV+, sposta invece l’attenzione dalle gemelle all’apprezzata giornalista podcaster, e in particolare alla sua coscienza tormentata. Poppy, infatti, crede di poter essere responsabile dell’infausto destino di Warren e per questo sente il bisogno di arrivare alla verità dei fatti. La sua missione causa frizioni nei rapporti col padre e le sorelle, portandola così ad affidarsi all’aiuto di un ex detective e della madre di Warren, da sempre convinta dell’innocenza del figlio.

La storia, insomma, è un viaggio fra le pieghe della giustizia e del sistema giudizionario, in cui si osservano allo stesso tempo le conseguenze emotive di azioni sconvolgenti. In questo senso una parte della stampa ha inquadrato Truth Be Told come una produzione a metà strada fra Le Regole del Delitto Perfetto e The Sinner.

Ecco il trailer della serie:

Cast e personaggi di Truth Be Told

Il cast principale di Truth Be Told, su Apple TV+ dal 6 dicembre con i primi tre episodi, comprende Octavia Spencer (Poppy Scoville-Parnell), Aaron Paul (Warren Cave), Lizzy Caplan (Josie e Lanie Burham), Elizabeth Perkins (Melanie Cave), Michael Beach (Ingram Rhoades), Mekhi Phifer (Markus Knox), Tracie Thoms (Desiree Scoville), Haneefah Wood (Cydie Scoville), Ron Cephas Jones (Shreve Scoville).

Gli interpreti ricorrenti sono Tami Roman (Lillian Scoville), Rico E. Anderson (Herbie), Nic Bishop (Chuck Burham), Annabella Sciorra (Erin Burham), Molly Hagan (Susan Carver), Billy Miller (Alex Dunn), Everleigh McDonell (Ella Dunn), Brett Cullen (Owen Cave), Katherine LaNasa (Noa Havilland).

Il cast e i produttori di Truth Be Told
Il cast e i produttori esecutivi hanno preso parte alla première mondiale di “Truth Be Told” oggi presso il Samuel Goldwyn Theater. Da sinistra a destra: Haneefah Wood, Mekhi Phifer, Ron Cephas Jones, Annabella Sciorra, Elizabeth Perkins, Reese Witherspoon, Nichelle Tramble Spellman, Octavia Spencer, Aaron Paul, Michael Beach. [ © APPLE]

Le anticipazioni di showrunner e cast

Per avere un’idea di cosa aspettarsi da Truth Be Told non c’è nulla di meglio che affidarsi alle dichiarazioni di chi vi è coinvolto. Nichelle Tramble Spellman, showrunner della serie, parla di Truth Be Told come di una sorta di family drama con i connotati di un crime drama. La cosa che più di tutte ha suscitato il mio interesse nel raccontare questa storia è l’effetto domino fra il crimine e la tragedia che colpisce le famiglie e le persone coinvolte, spiega a Variety.

Ma quali sono le motivazioni alla base del viaggio ideale di Poppy? A guidare le sue azioni è il senso di colpa, che inizia a influenzare la sua vita, riflette. Il suo percorso è quello di una giornalista che ignora la regola più importante del suo lavoro, ossia non lasciarsi coinvolgere da una storia. Mentre molti giornalisti e ancor più persone faticano ad ammettere di aver fatto questo errore, Poppy ha una spiritualità tale da sentirsi costretta a porsi delle domande difficili, anche su sé stessa. […] È talmente religiosa da avere una stanza della preghiera in casa.

Il personaggio di Poppy si allontana dalla giornalista del libro cui si ispira, e acquisisce una personalità più dettagliata anche grazie alla presenza di Octavia Spencer. Per me [Spencer] è stato il pilastro sul quale costruire l’intera stagione. Alcune delle modifiche al personaggio sono dipese dall’interprete protagonista: avevo bisogno di costruire attorno a lei una famiglia che si differenziasse da quella del libro. E avevo bisogno che il pubblico scoprisse di più su di lei perché è il personaggio principale.

Che Truth Be Told sia un progetto molto personale per il Premio Oscar Octavia Spencer è evidente dalle sue stesse parole e dalla confessione di essere una grande appassionata del genere true crime. Il mio primo desiderio sarebbe stato essere una profiler per l’FBI, poi ho pensato “Potrei essere un avvocato”, e poi ho pensato “Potrei interpretare un avvocato”, ed eccoci qui. I misteri per me sono una questione di ragionamento deduttivo, è quello che mi mantiene interessata a una storia e quindi ovviamente si riflette nella mia vita, perché io stessa provo a sgarbugliare i casi irrisolti. [Questo ruolo] è stata una scelta naturale per me.

I primi tre episodi di Truth Be Told arrivano su Apple TV+ il 6 dicembre. Ecco una featurette della serie:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.