Rinnovate Dickinson, See, The Morning Show, For All Mankind: l’ok di Apple e le ultime novità

Per alcune era già una certezza, ma adesso è arrivata la conferma ufficiale del rinnovo di tutte le serie originali Apple: rivedremo Jennifer Aniston, Reese Witherspoon, Jason Momoa, Hailee Steinfeld e tutti gli altri

Per alcune era già un dato di fatto, per altre mancava l’ufficialità. Adesso se ne ha la certezza: Apple ha rinnovato le sue quattro serie originali, Dickinson, See, The Morning Show e For All Mankind.

La produzione della seconda stagione di Dickinson, l’insolita e gradevole teen comedy con Hailee Steinfeld sull’adolescenza della poetessa Emily Dickinson – qui la nostra recensione –, è in corso a New York già da alcuni mesi. Nel mese di ottobre sono iniziate anche le riprese della seconda stagione di For All Mankind, la serie fantascientifica d’impronta ucronica che indaga cosa sarebbe successo se la corsa allo spazio fra Stati Uniti e Unione Sovietica non fosse mai terminata. Diventa finalmente ufficiale anche il rinnovo di See, il drama di Steven Knight con Jason Momoa. Nonostante l’accoglienza ambivalente da parte di critica e pubblico, Apple ha detto sì ai nuovi episodi di una produzione i cui costi si aggirano sui 240 milioni di dollari. Nessuna sorpresa invece per The Morning Show, la cui partenza flop non smentisce l’ordine iniziale da parte di Apple: 20 episodi da suddividere in due stagioni.

Offerta
Poesie. Testo inglese a fronte
  • Emily Dickinson
  • Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

Il rinnovo di Dickinson, See, The Morning Show e For All Mankind pare legato a una strategia di lungo termine che punta ad ammortizzare i costi di produzione ed evitare lunghe interruzioni fra una stagione e l’altra. Ad ogni modo, Apple si è dichiarata più che soddisfatta dei dati relativi alle visualizzazioni delle sue prime serie originali. Non si conoscono ancora le cifre ufficiali, ma fonti interne hanno dichiarato che milioni di utenti hanno trascorso almeno un’ora sulla piattaforma di Apple TV+. Ciò indicherebbe che la maggior parte di coloro che hanno usufruito della prova gratuita o sottoscritto un abbonamento abbiano guardato per interno almeno un episodio di una serie.

Il prossimo test per Apple e la sua piattaforma di streaming arriverà il 28 novembre con il rilascio dei primi tre episodi di Servant. Il thriller psicologico a tinte horror creato e prodotto da Tony Basgallop insieme a M. Night Shyamalan ha infatti scaldato l’attesa con un trailer alquanto inquietante. La storia narrata nella serie è quella di Dorothy e Sean Turner, una coppia di Philadelphia profondamente sconvolta da una grave perdita e che apre le porte della propria casa a una forza misteriosa. Come per le altre produzioni originali Apple, anche per Servant è arrivato nei giorni scorsi il rinnovo per una seconda stagione. Difficile prevedere se rientri nei piani di M. Night Shyamalan, il quale ha dichiarato di avere in mente 60 episodi da distribuire in sei anni.

Un altro fra i più attesi debutti su Apple TV+ è quello di Truth Be Told, creata da Michelle Tramble Spellman per alimentare l’ossessione del pubblico per i podcast true crime. La serie consta di otto episodi e racconta della podcaster Poppy Parnell (Octavia Spencer), decisa a riaprire il caso di omicidio grazie al quale ha ottenuto fama e apprezzamento nazionali. Si ritrova così ad avere a che fare con Warren Cave (Aaron Paul), finito dietro le sbarre proprio a causa del suo intervento. L’inchiesta condotta dalla donna è dunque un mezzo per riflettere su questioni relative alla privacy, ai mezzi di comunicazione e al peso delle etnie.

La novità più recente è la richiesta di una nuova serie drama in dieci episodi, Severance, prodotta e interpretata da Ben Stiller e Adam Scott. Seppur appena annunciato, il progetto è in lavorazione da mesi. Si tratta di un thriller ambientato alla Lumen Industries, azienda impegnata nella creazione del miglior equilibrio possibile fra lavoro e vita privata. Adam Scott sarà Mark, impiegato dal passato oscuro ma finalmente pronto a rimettersi in sesto.

I nuovi abbonati ad Apple TV+ possono iniziare a usare la piattaforma sfruttando un periodo di prova gratuito di 7 giorni, in seguito al quale scatta un costo mensile di 4,99€. Promozioni, guida alla compatibilità e catalogo delle produzioni originali sono disponibili nella nostra guida ad Apple TV+.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.