Tutto su Star Trek: Picard, su Prime Video dal 24 gennaio l’atteso ritorno di Patrick Stewart

Ne è passato di tempo, da Star Trek: The Next Generation. E in effetti la promessa di Patrick Stewart è quella di rinnovare l'universo della serie raccontando di un mondo in cui "niente e nessuno può dirsi al sicuro"

1
CONDIVISIONI

L’arrivo di Star Trek: Picard su Prime Video segna il debutto della novità più attesa nell’universo streaming di inizio 2020. Dal 24 gennaio, e con un episodio a settimana, Sir Patrick Stewart reindosserà i panni del personaggio che ha interpretato per sette stagioni in Star Trek: The Next Generation.

La serie, già rinnovata per una seconda stagione da CBS All Access, colma così un vuoto che Stewart non sembra aver percepito. Non mi è sembrato surreale tornare a interpretare Jean-Luc Picard, ha commentato in una recente intervista, perché non l’ho mai sentito allontanarsi da me.

Fra personaggio e interprete, insomma, si è creato quasi un legame di simbiosi. Verso la metà della terza stagione di Next Generation non riuscivo più a capire dove finisse Jean-Luc e dove iniziasse Patrick Stewart, ha spiegato. Ci siamo fusi, e da allora non ho mai avvertito alcuno scollamento fra noi. Per questo non ho avvertito nulla di strano quando ho iniziato a girare Star Trek: Picard; lui non mi ha mai lasciato. Anzi, dirò di più: sono assolutamente entusiasta di continuare a indossare i suoi panni.

Questo non significa che Stewart non abbia posto delle condizioni per il proprio ritorno in Star Trek: Picard su Prime Video. Le scene in cui indosso l’uniforme sono pochissime, e questa è una delle cose che ho imposto in modo alquanto presuntuoso, ha ammesso. Non volevo indossare troppo spesso l’uniforme [in Star Trek: Picard] perché mi sembrava importante creare uno spartiacque fra Next Generation e ciò che stiamo cercando di fare con questa nuova serie.

Non che si penta delle scelte passate o del percorso del progetto precedente. Anzi, Stewart ha sempre sottolineato di nutrire affetto e profondo orgoglio del lavoro svolto in Next Generation. Sono orgoglioso di ciò che abbiamo fatto in quei sette anni. Mi è piaciuto il modo in cui si è concluso quel franchise, il contesto in cui si è svolto il lavoro e il fatto che, proprio come oggi, anche allora avessimo una serie corale e non legata a una singola star.

Nonostante ciò le cose sono indubbiamente cambiate, e il fatto che siano trascorsi vent’anni ha un peso rilevante per gli eventi narrati in Star Trek: Picard su Prime Video. Questa transizione è stata più semplice del previsto, per me, ha proseguito. Ma sono pur sempre passati vent’anni e il fatto che, come ho detto, quest’uomo viva dentro di me mi porta a chiedermi: cos’è successo in questi vent’anni? Io ne ho un’idea molto, molto chiara, e dei pezzetti di questa storia faranno capolino nella serie.

Ma cosa racconterà esattamente Star Trek: Picard? Secondo la sinossi ufficiale, la nuova costola del franchise sarà ambientata a vent’anni di distanza dall’ultima apparizione di Jean-Luc Picard in Star Trek: La Nemesi e riprenderà il filo dagli effetti devastanti della morte di Data (narrata ne La Nemesi) e della distruzione di Romulus (al centro degli eventi in Star Trek).

La promessa è tuttavia quella di rinnovare ogni aspetto di quei classici, dal formato al tono. Perché pur essendo stato il capitolo di maggior successo, The Next Generation non può bloccare il franchise nel passato. Quella serie tratteggiava un futuro umanista in cui i problemi legati alla povertà, alle etnie e alle classi erano stati risolti, e spesso i conflitti venivano sanati attraverso negoziati e strategie proattive. […] Penso che ciò che stiamo cercando di dire sia importante. Il mondo di Next Generation non esiste più. Ora è tutto diverso, niente e nessuno può dirsi davvero al sicuro.

La locandina di Star Trek: Picard su Prime Video
[AMAZON]

Cast e personaggi di Star Trek: Picard

Il cast principale di Star Trek: Picard su Prime Video comprende Patrick Stewart (Jean-Luc Picard), Isa Briones (Dahj), Alison Pill (Agnes Jurati); Santiago Cabrera (Chris Rios), Michelle Hurd (Raffi Musiker), Harry Treadaway (Narek), Evan Evagora (Elnor).

Fra gli interpreti secondari Brent Spiner (Data), Jeri Ryan (Sette di Nove), Jonathan Del Arco (Hugh), Jonathan Frakes (William Riker), Marina Sirtis (Deanna Troi).

Ecco alcune immagini in anteprima [© Amazon Prime Video]:

  • [© Amazon Prime Video]
  • [© Amazon Prime Video]
  • [© Amazon Prime Video]
  • [© Amazon Prime Video]
  • [© Amazon Prime Video]
  • [© Amazon Prime Video]
  • [© Amazon Prime Video]
  • [© Amazon Prime Video]

La serie, già certa del rinnovo, potrebbe aprire le porte a Whoopi Goldeberg nella prossima stagione. Ospite di The View, il talk show condotto dalla stessa Goldberg, Stewart le ha trasmesso l’invito dei produttori esecutivi di Star Trek: Picard. C’è qualcosa che vorrei chiederti, se per te va bene. Mi trovo qui con un invito formale per te, Whoopy. Alex Kurzman e i suoi colleghi, me compreso, vorrebbero invitarti a partecipare alla seconda stagione.

La reazione dell’attrice premio Oscar è stata entusiasta. Dopo aver abbracciato l’amico e collega si è affrettata ad accogliere l’invito. [Star Trek] è stata una delle più grandiose esperienze della mia vita, fin dal principio. Mi sono divertita tanto, tantissimo. Il suo personaggio, la bartender Guinan, è apparso in 28 episodi di Next Generation fra il 1988 e il 1993.

Cosa guardare su Amazon Prime Video

Il debutto di Star Trek: Picard su Prime Video è un’occasione perfetta per approfittare di un periodo di prova gratuita e decidere se abbonarsi alla piattaforma streaming di Amazon.

E per occupare il tempo fra un episodio di Picard e l’altro basta sfogliare il ricco catalogo di film – grandi classici o successi recenti – e di serie tv. Fra queste ultime spiccano le produzioni Amazon Originals più premiate degli ultimi anni – le osannate Fleabag e The Marvelous Mrs. Maisel – come anche gli adrenalici Treadstone e Jack Ryan.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.