La serie See di Apple TV+ non è Il Trono di Spade, Jason Momoa: “Dimenticate Khal Drogo”

Jason Momoa guida un gruppo di guerrieri ciechi nella serie sci-fi drama See di Apple TV+, che arriverà con il debutto della piattaforma

3
CONDIVISIONI

Guardando il trailer, la serie See di Apple TV+ potrebbe avere elementi in comune con Il Trono di Spade, ma Jason Momoa ha assicurato che si tratta di due prodotti molto diversi. Nel suo nuovo show, l’attore interpreta Baba Voss, il leader di una tribù post-apocalittica. Quando un virus letale ha ucciso la maggior parte della popolazione, i pochi sopravvissuti cercano di adattarsi in un mondo in cui ognuno vive in assoluta cecità – tranne due gemelli, nati con il dono della vista.

Momoa è consapevole che il paragone tra Khal Drogo de Il Trono di Spade, che ha interpretato durante la prima stagione, e Baba in See di Apple TV+ sarà inevitabile.

Odio paragonare le cose ma il fatto è che [in See] non devo esercitarmi per fare cose in cui sono capace. Sono un padre. I miei due figli sono quasi degli adolescenti. E sono sposato da 14 anni. In See esploriamo cosa vuol dire essere un padre, cosa significa perdere tutto se non riesce a tenere unita la famiglia. Ovviamente si sente debole, dentro di sé si sta sgretolando per cercare di far sì che sopravvivano in questo grottesco mondo. Ed è bellissimo. Adoro davvero tanto questo ruolo perché mi sono esercitato su queste cose dentro di me come attore che non ho mai fatto prima.

Al contrario, riferendosi al ruolo che aveva ne Il Trono di Spade:

Con Drogo non c’è mai stata una scena di combattimento. La scrittura era ottima, ma non c’è mai stato un momento in cui si poteva dire, ‘Oh, voglio vedere cosa gli succede, ma voglio anche vederlo quando avrà un bambino. Come sarà?’ Lo avete visto con Daenerys per un momento. […] Drogo non combatteva. In See, al contrario, non smetto mai.

L’unica somiglianza tra See e Il Trono di Spade è riconducibile alla loro ambientazione: “Sono in due mondi mai visti prima. Il Trono di Spade c’è andato vicino, noi faremo lo stesso.”

Uno dei motivi per cui Jason ha accettato il ruolo in See è per l’intimità che si crea tra i personaggi a causa della loro cecità, e questo aspetto è abbastanza evidente nelle scene tra Baba Voss e sua moglie Maghra, interpretata da Hera Helmar. In questo modo, racconta l’attore, si è creato un legame molto stretto con ogni membro del cast. L’esperienza lo ha inoltre aiutato a comprendere meglio il mondo delle persone non vedenti.

Dal momento che non vediamo, non so che aspetto abbia. C’è solo un bel momento in cui ci siamo seduti lì e ci siamo affidati al senso dell’olfatto. Ed è diventato molto bello, emozionante – non direi sexy, ma è una scena molto intima. Ed è probabilmente il più intimo di cui abbia mai avuto – sai. Non devi toglierti i vestiti o qualsiasi altra cosa; dipende solo dal tocco e dagli odori della tua donna.

See di Apple TV+ vede nel cast anche Sylvia Hoeks, Alfre Woodard e Christian Camargo. Il debutto della serie avverrà il 1° novembre, in concomitanza con il lancio del servizio video.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.