Il nuovo album di Liam Gallagher è pronto, parola dell’ex Oasis: “Ne volete un po’?”

Il disco potrebbe uscire in corrispondenza con il documentario "As it was", ma non esistono ancora dettagli in merito

32
CONDIVISIONI

Il nuovo album di Liam Gallagher è pronto, e non parliamo di un’indiscrezione straripata da qualche tabloid senza fonti o di qualche “amico dell’amico di Liam” che sa quello che dice. La notizia arriva dal diretto interessato, che in un tweet pubblicato nella tarda mattinata di oggi, 25 maggio, ha scritto: «Il mio secondo album è nel sacco. Ne volete un po’?».

Il seguito ideale di “As you were” (2017), anticipato da vari dettagli sparsi sul web dallo stesso ex Oasis, è dunque un fatto che si concretizza. Quest’anno, del resto, le novità del piccolo dei Gallagher non sono mancate: dal documentario As it was, che lo ha portato a rischiare una battaglia legale con il fratello Noel al rischio di dissesto finanziario del marchio Pretty Green da lui fondato, l’ex Oasis non si è fatto mancare niente.

Non poteva mancare, del resto, la frecciata piena di fiele al fratello da quando gli High Flying Birds hanno lanciato l’ultimo EP – Liam rispose con un laconico “vaffa” – tanto da portarlo a considerare, sui canali social, che fosse più eccitante farsi crescere i capelli di qualsiasi cosa riguardi i Noel Gallagher’s High Flying Birds.

Addirittura, nel trailer di As it was, Noel Gallagher viene esplicitamente accusato di aver portato alla rottura degli Oasis. Dopo tante soffiate e tante preghiere, finalmente, il nuovo album di Liam Gallagher è pronto e potrebbe uscire contemporaneamente al documentario As it was, nelle sale dal 7 giugno. È evidente, inoltre, che possiamo scordarci una reunion con il fratello: Liam aveva espresso sui social il desiderio di tornare ad essere una band, ma Noel aveva risposto di preferire la vita di un busker.

Non è dato conoscere altri dettagli sul nuovo album di Liam Gallagher, ma si sa per certo che si tratta di un disco attesissimo: l’album, infatti, sarà il secondo lavoro in studio dell’ex Oasis, che solo dal 2017 si è messo in proprio dopo la carriera con gli Oasis e i Beady Eye.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.