7 anni fa la morte di Cory Monteith, il ricordo resta vivo ma il dolore dei fan è per Naya Rivera

L'hashtag #7YearsWithoutCory raccoglie i pensieri dei fan, ma quest'anno dolore e speranza sono indirizzati soprattutto alle possibilità di ritrovare il corpo di Naya Rivera

501
CONDIVISIONI

[Aggiornamento 14/07/2020]

Qui i nostri approfondimenti sul ritrovamento del cadavere di Naya Rivera e le reazioni del cast di Glee e di altre star di Hollywood alla morte dell’attrice.

A sette anni dalla morte di Cory Monteith, il 13 luglio è ancora segnato dall’appuntamento commemorativo degli appassionati di Glee sui social. L’hashtag #7YearsWithoutCory raccoglie quest’anno i messaggi dolenti dei fan alle prese con una nostalgia che non dà cenno di placarsi. È davvero assurdo che siano già passati sette anni dalla sua morte. Questa serie ha avuto un impatto incredibile sulla mia vita e [Cory] mi mancherà sempre, scrive un utente su Twitter. La tua morte mi fa ancora male come sette anni fa e sono sicura che continuerà ad addolorarmi per sempre. Ovunque tu sia, spero che tu sia felice e che vada tutto bene, aggiunge qualcun altro.

La morte di Cory Monteith, dovuta a un’overdose accidentale di droghe diverse, ha stroncato nel 2003 un giovane attore all’apice della popolarità grazie al ruolo di Finn Hudson, quarterback co-protagonista di Glee. La lunga e complicata lotta di Monteith con le dipendenze, iniziata nell’adolescenza e punteggiata da periodi di astinenza e ricoveri in cliniche di recupero, si è conclusa nel peggiore dei modi spazzando via il roseo futuro programmato con la co-star e fidanzata Lea Michele. E se da un lato i fan di Glee continuano a omaggiare il giovane attore scomparso, dall’altro alcuni di essi prendono di mira l’eternamente bistrattata Michele per non aver rivolto alcun pensiero alla scomparsa Naya Rivera, e arrivando persino ad augurarle la stessa tragica sorte.

Acredine a parte, il settimo anniversario dalla morte di Cory Monteith cede effettivamente il passo all’ansia dei fan e del cast di Glee per le ricerche del corpo di Naya Rivera, in corso da oltre quattro giorni e ancora infruttuose. Come continuiamo a rilevare nei nostri continui aggiornamenti, la polizia della contea di Ventura prosegue le operazioni di ricerca grazie a un team di circa quaranta persone in arrivo da varie contee della California del Sud, ma il lavoro è complicato dalla scarsa visibilità al di sotto della superficie del lago e dalla presenza di rami e detriti sul fondale.

I fan sui social, intanto, raccolgono firme su firme perché le ricerche si estendano alla terraferma, mentre le autorità di polizia specificano che il lago Piru è chiuso al pubblico e che l’area circostante è già stata setacciata nel primo giorno di ricerche. Allo stesso tempo intimano a fan e amici di Naya Rivera di evitare qualsiasi azione autonoma che potrebbe mettere a rischio ulteriori vite. Farà un caldo opprimente, [l’area] è molto ripida e accidentata. […] Hanno delle buone intenzioni, vogliono aiutare, ha detto il capitano Buschow nell’ultima conferenza stampa, ma rischiano di sviare l’attenzione dalle ricerche di Naya Rivera a causa di possibili casi di insolazioni o disidratazione.

Nelle ricerche di oggi, oltre alla spiaggia controlleremo ancora una volta le casette e i fabbricati della zona. Il nostro lavoro di ricerca si è concentrato anche su questo fin dalla sua sparizione, mercoledì pomeriggio. Continuiamo a scandagliare il lago con le barche. […] A chi intende cercare Naya Rivera da solo, 1) Il lago è chiuso. 2) Le temperature superano già i 32 gradi. 3) Il terreno attorno al lago è molto ripido e accidentato. I nostri team sono molto ben attrezzati e altamente qualificati. Non vogliamo dover salvare anche voi, si legge sul profilo Twitter dello sceriffo della contea di Ventura.

Glee: The Music
  • Audio CD – Audiobook

Abbiamo persone che fanno questo lavoro da anni e anni. Conduciamo spessissimo delle operazioni di ricerca e recupero. […] Non ci sono prove che [Naya Rivera] sia riuscita ad arrivare alla terraferma. Dubito che possa trovarsi sulla spiaggia, altrimenti sarebbe stata vista, ha concluso. Queste parole sono rivolte sia ai fan di Twitter, entrati in scivolata sulla presunta noncuranza della polizia nelle ricerche della loro beniamina, sia all’appello di Heather Morris, la quale proprio su Twitter ha chiesto di poter avviare un gruppo di ricerca per il recupero del corpo di Rivera, invitando tutti a fermarsi in un secondo momento.

Ho parlato con lo sceriffo Eric Buschow e, state tranquilli, stanno usando tutte le risorse a loro disposizione per trovare la nostra Naya. Sono completamente fiduciosa che stiano facendo tutto il possibile, e probabilmente anche di più. Non partiremo con la nostra ricerca finché non daranno il permesso di partire ai gruppi di volontari. […] Cercate di capire che qui ci sono 43 gradi, e se non si è altamente qualificati in operazioni di ricerca e recupero ci si può ritrovare in situazioni molto più pericolose per chiunque sia coinvolto. Per favore, siate gentili, compassionevoli e amorevoli verso coloro che stanno cercando la nostra Naya, ha scritto.

In queste ore sono intervenuti anche altri membri del cast di Glee. Amber Riley, ad esempio, si è espressa duramente contro i leoni da tastiera che approfittano di questo momento per alimentare dibattiti violenti o vere e proprie aggressioni verbali, accostabili al più becero cyberbullismo. Mostrate un po’ di rispetto. La nostra energia è interamente rivolta ad aiutare a trovare Naya, pregare che ritorni sana e sana, e per la sua famiglia. Nessuno ha l’obbligo di manifestare il proprio dolore online. Questa è una cosa molto reale e devastante. Concentratevi su Naya e la sua famiglia. Non su di noi. In questo momento noi non contiamo, ha scritto su Twitter.

Kevin McHale ne ha ritwittato il messaggio aggiungendo: Non posso neppure iniziare a comprendere ciò che sta passando la famiglia di Naya. So che noi siamo completamente distrutti, ma non abbiamo perso la speranza. Vi prego di rispettare la sua famiglia e la loro privacy in questo momento. Per favore, evitate di giudicare coloro che non mostrano il proprio dolore sui social media.

[Aggiornamento 13/07/2020, 19:10]

La polizia della contea di Ventura ha rinvenuto un cadavere in un’area non meglio precisata del lago Piru. Sono in corso le operazioni di recupero, le quali saranno seguite da quelle di identificazione. Tra alcune ore il capitano Buschow terrà una conferenza stampa durante la quale offrirà maggiori dettagli, e presumibilmente sarà in grado di rivelare se il corpo rinvenuto sia quello di Naya Rivera.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.