Elisabeth Moss da The Handmaid’s Tale a Candy, miniserie true crime su un feroce assassinio

Mentre The Handmaid's Tale è costretta al rinvio al 2021, Elisabeth Moss si guadagna un nuovo ed elettrizzante ruolo televisivo

1
CONDIVISIONI
[GoldDerby]

Il lockdown potrà aver sospeso le vite di mezza Hollywood, ma non quella di Elisabeth Moss. Mentre negli Stati Uniti furoreggia Shirley, film ispirato alla nota scrittrice Shirley Jackson, e gli autori di The Handmaid’s Tale si apprestano a completare la sceneggiatura della quarta stagione, per Elisabeth Moss arriva la conferma di un nuovo ruolo televisivo, quello di protagonista in Candy. Si tratta una miniserie sviluppata da Universal Content Productions (UCP) e per la quale si contenderanno i diritti di distribuzione tutti i network e le piattaforme interessate.

Candy è una serie true crime ispirata a un famigerato caso di cronaca risalente agli anni ’80, in cui Candy Montgomery (Elisabeth Moss), una donna con un marito amorevole, due figli e una vita tranquilla e piacevole in un sobborgo residenziale, uccide un’amica della chiesa con un’ascia. Si tratta di un atto feroce e indecifrabile che staziona sulle prime pagine di tutti i giornali statunitensi, e di cui solo col tempo vengono chiariti i sordidi dettagli e le motivazioni. La storia è già stata adattata per la tv negli anni ’90 con il film A Killing in a Small Town, per il quale Barbara Hershey ha vinto un Emmy.

Robin Veith, già al lavoro su The Act e Mad Men, è autrice del pilot e produttrice esecutiva insieme a Nick Antosca, suo co-autore in The Act. Antosca è inoltre supervisore della serie per conto di Eat the Cat insieme ad Alex Hedlund, Lindsey McManus, Jim Atkinson, John Bloom e alla stessa Elisabeth Moss. Fra i progetti true crime di UCP anche una serie su Joe Exotic con Kate McKinnon nei panni di Carole Baskin e una serie ispirata al podcast Dr. Death, con Jamie Dornan, Alec Baldwin e Christian Slater.

Era da un po’ che volevo interpretare un’antieroina, e da ancora più tempo che tentavo di lavorare di nuovo con Robin dopo Mad Men, quindi quando mi ha chiesto se volessi avere la parte di una casalinga del Texas che era riuscita, diciamo così, a farla franca dopo un omicidio, le ho detto soltanto: “Dove devo firmare?”. E avere l’opportunità di lavorare con Nick dopo il suo lavoro incredibile in The Act è stato come prendere una torta e metterci sopra cento ciliegie. La mia [produttrice] partner Lindsey e io siamo elettrizzate all’idea di collaborare con loro, con Alex e Scott e UCP a una serie che credo sarà diversa da qualunque altra abbiamo mai fatto, e per me sarà un ruolo del tutto inedito, si legge in un comunicato di Elisabeth Moss.

Offerta
Il racconto dell'ancella
  • Atwood, Margaret (Author)

È da molto, molto tempo che Nick si appassiona all’idea di raccontare la storia unica di Candy Montgomery. Dopo aver lavorato con Robin a The Act, i due hanno dato forma a una sceneggiatura incredibile, ricca di tensione, colpi di scena e tentazioni, si legge sull’Hollywood Reporter in merito al commento della presidente di UCP, Dawn Olmstead. L’ampiezza del suo lavoro parla da sé, e in virtù di ciò Elisabeth è una scelta da sogno per noi, e la cura e la considerazione che apporterà alla complessità degli eventi che hanno avuto luogo darà enorme spessore al progetto. Vorrei potermi già sedere sul divano al buio e guardare subito i titoli di apertura [di questa serie].

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.