Alex Pina e “l’esperimento antropologico” di White Lines: “Qualcosa di miracoloso”

Il creatore de La Casa di Carta Alex Pina racconta com'è nata White Lines, la sua ultima serie per Netflix tra edonismo e decadenza

3
CONDIVISIONI

White Lines di Netflix è stata una delle uscite più fortunate del periodo di lockdown: prima nella top10 degli show più visti in diversi Paesi nel mondo, Italia compresa, l’ultima creatura dello showrunner de La Casa di Carta Alex Pina sembra destinata a tornare con una seconda stagione.

Mentre si attende la decisione di Netflix sul rinnovo della serie, Pina ha spiegato di aver rischiato molto con White Lines, ambientata tra Ibiza e Manchester con una trama che mescola giallo, commedia, dramma familiare e narcothriller. Decisamente troppo per una sola serie, ma d’altronde secondo il suo creatore si è trattato di “un esperimento antropologico“.

Parlandone a infolibre.es, lo sceneggiatore e produttore esecutivo tra i più prolifici degli ultimi anni (La Casa di Carta, Il Molo Rosso, Vis a Vis, l’imminente Sky Rojo sono alcuni dei suoi titoli più recenti) ha raccontato come ha vissuto l’esperienza di coprodurre una serie con gli inglesi di The Left Bank Pictures, la casa di produzione del period drama The Crown, con un cast artistico e tecnico sia inglese che iberico. In White Lines la fusione tra due mondi, quello della Manchester degli anni Novanta e della Ibiza di ieri e oggi, è stato possibile grazie ad una collaborazione intensa tra realtà produttive molto diverse.

È un esperimento antropologico, un ibrido tra due diverse culture. È stato qualcosa di miracoloso, considerando che non parlo inglese. La serie è stata realizzata in spagnolo con uno scrittore inglese che parla spagnolo. Gli incontri con il team inglese sono avvenuti con traduzione simultanea, quindi tutto ciò che sembrava poter essere molto complicato, alla fine è stato molto facile. In fin dei conti abbiamo avuto la stessa lunghezza d’onda, ci siamo capiti molto bene. 

Lo scopo di raccontare una storia di vite sopra le righe (quelle di coca, soprattutto), attraverso il mistero di un deejay inglese sparito a Ibiza negli anni Novanta e ritrovato cadavere solo vent’anni dopo, è stato raggiunto grazie al comune incontro tra le due anime produttive sull’idea di portare all’eccesso in White Lines tutti gli aspetti più caratteristici della movida delle Baleari.

Tutti volevamo realizzare una serie con un brutale elemento giocoso ed edonistico. Si parla di Ibiza, ma in fondo, lo si fa in modo sordido e con il ritratto di una degenerazione. Penso che sia ciò di cui sono più felice, il fatto di avere una storia molto triste con molta luce e divertimento, che fa parte del declino di Ibiza stessa e dei personaggi che la abitano, una storia di caduta all’inferno con la musica dance e con gli elementi del divertimento, i delinquenti, la droga, il Mediterraneo, le feste, i club.

Nonostante la diffusione globale durante la quarantena, Netflix non ha ancora confermato la produzione di una seconda stagione della serie anglo-ispanica, ma il cast di White Lines spinge fortemente per il rinnovo alla luce dei risultati raggiunti.

CHEMAGLIETTE! T-Shirt Divertente Donna Maglietta Ispirata Serie TV...
  • Le t-shirt di Chemagliette! Sono l'ideale per festeggiare avvenimenti...
  • Manica Corta

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.