Il finale di You 2 e la terza stagione in arrivo: il protagonista Penn Badgley sul futuro della serie

L'interprete dello stalker Joe parla del finale di You 2 e della terza stagione che è ormai scontata, almeno "ufficiosamente"

351
CONDIVISIONI

Il finale di You 2 è una chiara apertura ad una potenziale terza stagione, che sembra già nei piani di Netflix sebbene non sia stata ancora annunciata ufficialmente.

ATTENZIONE SPOILER!

La protagonista femminile Love Quinn (Victoria Pedretti) ha rappresentato la vera chiave di volta per trama della serie: è stata lei a uccidere la vicina di Joe, Delilah (Carmela Zumbado), liberandosi poi di Candace (Ambyr Childers). Il tutto per proteggere la sua relazione con Joe, proprio come ha fatto lui in precedenza. Apparentemente il protagonista trova uno specchio in cui riflettersi, una versione femminile di sé, altrettanto malata e ossessiva. E con lei decide di restare, pur dubitando della bontà di quella scelta, quando scopre che Love è incinta di sua figlia (qui la nostra recensione della seconda stagione).

Nel finale di You 2, Joe sembra descrivere la sua situazione con Love come una gabbia in cui è rimasto incastrato, una sorta di vendetta del karma, quasi a dire che non starebbe con lei se non fosse per la figlia in arrivo. La scena finale della stagione, poi, suggerisce il reiterarsi degli stessi meccanismi patologici del protagonista nei confronti di una nuova vittima, un’altra “te”: “Troverò un modo, un modo per arrivare a te, a presto vicina!” minaccia la voce fuori campo, onnipresente e ossessiva di Joe, mentre fissa la donna sconosciuta che vive nella casa accanto alla sua.

Il finale di You 2 è stato accolto con sorpresa dal protagonista Penn Badgley: “una rivelazione per me“, l’ha definito parlandone a Entertainment Weekly, spiegando perché è rimasto spiazzato dalla conclusione di questo secondo capitolo.

Quando ho scoperto come sarebbe andata a finire, ero un po’ distrutto perché, solo egoisticamente, volevo che ci fosse una risoluzione più positiva. Ma proprio come la morte di Beck nella prima stagione, mi sono reso conto che questa era la fine più accurata, la più corrispondente alla realtà, la più dimostrativa del perché ‘No, Joe non ce la fa’.

Come ha già fatto in passato, Badgley prende le distanze dal suo personaggio e pensa che non esista alcuna volontà di redenzione in Joe, rifiutando la visione semplicistica di chi osanna il personaggio.

Joe non è in realtà alla ricerca del vero amore. Non è una persona che ha semplicemente bisogno di qualcuno che lo adori. È un assassino! È un sociopatico. È offensivo. È delirante. Ed è ossessionato da se stesso. Non puoi illuderti nel pensare che abbia solo bisogno di qualcuno che è giusto per lui. Nessuno è giusto per lui! Quindi, in realtà, il finale è perfetto. Questo è il modo in cui deve andare perché ha un problema innegabile e se fosse finito con ‘Erano fatti l’uno per l’altro, tutto quello che doveva trovare era un’assassina come lui’, non sarebbe stato affatto giusto.

Ad Entertainment Tonight, inoltre, l’attore ha accennato tra le righe ad una terza stagione di You come naturale conseguenza della seconda. Secondo Badgley, il suo Joe agirà in maniera diversa rispetto alle prime due stagioni nei prossimi episodi, della cui realizzazione appare ormai certo: “Non sembra essere lo stesso tipo di predatore… sai, oserei dire, nella terza stagione – oh, dio! Tecnicamente non posso dirlo… diciamo, ufficiosamente?“.

Secondo il database di Production Weekly, la terza stagione di You è attualmente in sviluppo, ma Netflix non ha ancora annunciato il rinnovo. D’altronde la seconda ha debuttato solo il 26 gennaio. E in pochi giorni è entrata nella top10 delle serie più popolari dell’anno su Netflix.

You (versione italiana)
  • Kepnes, Caroline (Author)

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.