Alvaro Morte de La Casa di Carta farebbe “10 stagioni della serie, ma nessun personaggio è intoccabile”

Alvaro Morte, Il Professore de La Casa di Carta, si dice pronto a continuare per "10 stagioni della serie" se il suo personaggio dovesse sopravvivere

78
CONDIVISIONI

Mentre si avvicina la data di debutto de La Casa di Carta 4, con 8 nuovi episodi in arrivo su Netflix il 3 aprile, il cast prova a fare promozione alla serie da remoto, rispettando l’isolamento imposto dalla pandemia da Coronavirus, che in Spagna sta mietendo contagi ad un ritmo allarmante.

Dalla sua casa di Madrid, Alvaro Morte, l’interprete del Professore ne La Casa di Carta, ha raccontato la sua quarantena in una video-intervista con FormulaTv, parlando in diretta dell’imminente ritorno della serie cult di Netflix.

L’attore ha invitato tutti a rispettare l’isolamento e ad essere consapevoli che la situazione è molto seria, ma ha anche fatto un appello alla calma e alla collaborazione.

Costretto a fare promozione da casa, Morte descrive la quarta stagione de La Casa di Carta come “una montagna russa di emozioni e azione“, mix che rappresenta il punto di forza della serie e il marchio di fabbrica dello showrunner Álex Pina, con cui Morte ha lavorato anche come protagonista del thriller sentimentale El Embarcadero (in Italia trasmesso da Rai2 con il titolo Il Molo Rosso).

Il suo personaggio ne La Casa di Carta, in particolare, deve affrontare una serie di imprevisti drammatici: il piano iniziale è completamente stravolto e la banda di rapinatori della Banca Centrale di Spagna è nel caos, dopo che Nairobi è stata colpita da un cecchino e Lisbona è creduta morta per mano della polizia guidata da Alicia Sierra (che invece l’ha arrestata per costringerla a collaborare).

Alvaro Morte ha raccontato così a FormulaTv l’inizio della nuova stagione:

Il professore non ha il tempo di assimilare la morte di Lisbona perché non prescindere dalla rapina: il piano è il caos e lo sarà sempre di più, non tutto andrà bene.

Ne La Casa di Carta 4 Il Professore sarà coinvolto in situazioni molto pericolose e il personaggio si dividerà tra l’azione frenetica ambientata nel presente e i momenti più riflessivi che riguardano i flashback del viaggio in Italia con Berlino, cinque anni prima.

Morte continua a professare amore e fedeltà per la serie tv che lo ha reso celebre in tutto il mondo, confermando di non avere alcuna intenzione di abbandonarla anche se dovesse continuare per molte stagioni ancora o per uno spin-off su uno dei suoi personaggi. L’attore ricorda che nessun personaggio è intoccabile visto che nella sola seconda parte della serie sono morti in tre (Berlino, Oslo, Mosca), ma “se ci saranno dieci stagioni della serie” e se il suo personaggio sopravvivrà agli eventi, “sarò felice di continuare a fare La Casa de Papel, sono assolutamente innamorato del Professore“.

E tra i papabili agnelli sacrificali della prossima stagione c’è sicuramente Nairobi, che appare in pericolo di vita nel trailer: Alba Flores, l’attrice che interpreta la rapinatrice nella serie, ha assicurato che La Casa di Carta 4 avrà “un inizio molto sorprendente.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.