Il trailer di Narcos: Messico 2 tra Gallardo, Escobar e Cali: il prequel diventa sequel (video)

Nel trailer di Narcos Messico 2 tanti riferimenti alla serie originale, da Pablo Escobar al cartello di Cali: la nuova stagione arriva a raccontare gli anni Novanta

8
CONDIVISIONI

Con un poster che meno sobrio non si può, Netflix ha ricordato ai suoi abbonati che Narcos: Messico 2 sta per debuttare sulla piattaforma, ma soprattutto lo ha fatto con il trailer della seconda stagione della serie spin-off di Narcos.

Dopo un breve teaser che mostrava il protagonista Felix Gallardo (interpretato da Diego Luna) alle prese con tentativi di scalate interne al cartello di Guadalajara, esemplificate da una cena a mano armata, il primo trailer vero e proprio di Narcos: Messico 2 mostra il boss messicano leader del narcotraffico negli anni Ottanta intento ad accrescere e difendere il suo impero criminale approfittando della crisi dei rivali colombiani.

La nuova stagione, in catalogo dal 13 febbraio, arriva a raccontare i primi anni Novanta della lotta al narcotraffico messicano, con Gallardo convinto di poterla fare franca nonostante la task force della DEA che gli sta alle costole per fare giustizia dopo l’uccisione dell’agente Kiki Camarena (Michael Peña). Con la caduta del cartello di Medellin guidato dal truce Pablo Escobar e la resa dei fratelli Rodriguez Orejuela, Gallardo non può lasciare che le scissioni interne al suo cartello mettano a rischio il primato internazionale duramente conquistato.

Escobar. Cali. I colombiani non sono più in carica. È il mio turno” dice convinto “lo Smilzo”, più deciso che mai a conquistare tutte le rotte internazionali del traffico di stupefacenti. Di fatto, questo conferma che nel corso della stagione quello che era un prequel si trasforma in un sequel: la prima stagione di Narcos: Messico era ambientata a metà degli anni Ottanta e dunque in linea temporale era precedente ai fatti delle prime tre stagioni della serie madre (al punto che in uno degli episodi appare un Pablo Escobar ancora giovane e in ascesa, con un cameo di Wagner Moura). In questa stagione invece il capo del cartello di Guadalajara espande i suoi traffici facendo leva sulla fine dei cartelli colombiani con cui doveva spartirsi il mercato della droga. Il suo obiettivo è ergersi a capo di un’organizzazione che include i cartelli rivali e così annientare la concorrenza: civilizzare i barbari e diventarne imperatore, come un Giulio Cesare dall’imponente caratura criminale.

Per farlo, il nemico numero uno da cui guardarsi le spalle è sempre la DEA, l’agenzia antidroga americana, ora impegnata nell’operazione Leyenda sotto la guida dell’ispettore Walt Breslin (Scoot McNairy, apparso solo nel finale della prima stagione). Ma non solo: il trailer mostra anche il ritorno in scena di personaggi ben noti al pubblico di Narcos, come Pacho Herrera (Alberto Amman) del cartello di Cali, ora tra i rivali di Gallardo, e Tata Escobar (Paulina Gaitan), la moglie di Pablo.

Narcos: Messico 2 debutta su Netflix il 13 febbraio, mentre su Rai4 è in onda la terza stagione della serie madre, ogni sabato in prima serata.

Narcos Stg.1,2 + Gadget (Box 6 Br)
  • Pedro Pascal, Wagner Moura, Boyd Holbrook (Actors)

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.