Jesse Williams in Sardegna con Stefania Spampinato per Grey’s Anatomy: “Ero insegnante, dovevo fare solo 3 episodi”

Jesse Williams in Sardegna per uno speciale su Grey's Anatomy in scena al Filming Italy Sardegna Festival: "Facevo l'insegnante prima di recitare"

42
CONDIVISIONI

Tra i grandi protagonisti del finale di stagione che andrà in onda anche in Italia lunedì 17 giugno, Jesse Williams in Sardegna è la guest star della seconda edizione di Filming Italy Sardegna Festival, insieme all’attrice italiana e collega di set Stefania Spampinato.

Gli interpreti del dottor Jackson Avery e della dottoressa Carina DeLuca hanno partecipato alla kermesse sarda dedicata al cinema e alla serialità che ospita quattro giorni di proiezioni e incontri, anteprime esclusive e premiazioni di volti noti, in programma dal 13 al 16 giugno al Forte Village e all’UCI Cinemas di Cagliari.

Jesse Williams ha incontrato il pubblico del Festival per parlare della sua esperienza in Grey’s Anatomy, non solo come attore ma anche come regista, visto che questa stagione – oltre a rappresentare quella del record di longevità della serie ABC – ha visto il suo debutto dietro la macchina da presa.

Un successo, quello di Williams, arrivato per caso, come nel più classico degli stereotipi dell’attore arrivato dalla strada. L’attore ha raccontato di essere approdato sul set per pochi episodi e di essere diventato subito un volto regolare della serie, come riporta Ansa.

Facevo l’insegnante di inglese. Fui chiamato per fare solo tre puntate di Grey’s Anatomy, per la sesta stagione, ma da allora non me ne sono più andato. Sono passati 11 anni, ma ogni volta che sto sul set ancora ho la paura che da un momento all’altro possano licenziarmi.

Modello, attivista per il movimento Black Lives Matter, padre di due figli, Williams ha appena rinnovato il suo contratto con ABC Studios e ShondaLand per le successive due stagioni del medical drama, nonostante nel 2020 sia impegnato anche nel suo debutto a Broadway. Non ha intenzione, dunque, di lasciare la serie che lo ha reso popolare nel mondo, nonostante il mistero che riguarda la sorte del suo personaggio nel finale della quindicesima stagione.

Per l’attore, Grey’s Anatomy continua ad incontrare il favore del pubblico e ad essere rinnovato di anno in anno da ABC perché non perde mai il suo sguardo sull’attualità: quest’anno la serie ha affrontato i temi della violenza di genere, delle leggi sull’immigrazione, delle diseguaglianze sociali, delle implicazioni etiche della ricerca medica e tanti altri delicati argomenti con storie drammatiche e toccanti.

La gente trova sempre problemi legati all’attualità, quelli delle donne, dei gay, dell’eguaglianza, della migrazione.

Grey’s Anatomy 15 si conclude anche in Italia, dopo il finale trasmesso a maggio negli Stati Uniti, lunedì 17 giugno alle 21.05 su FoxLife (canale 114 di Sky).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.