Joker: arriva il video con il dietro le quinte del controverso film con Joaquin Phoenix

Su internet è disponibile gratuitamente il dietro le quinte ufficiale della pellicola con Joaquin Phoenix e diretta da Todd Phillips

93
CONDIVISIONI

Warner Bros. ha appena diffuso nel proprio canale ufficiale di YouTube un filmato in cui vengono raccontati i retroscena di Joker, il film diretto da Todd Phillips. Quello che è stato uno dei protagonisti degli Oscar 2020 è riuscito ben presto a conquistare molti appassionati, grazie specialmente all’inedita forma con cui è stato trattato il famoso nemico di Batman.

Il video, della durata di circa 22 minuti, contiene diversi interventi: alcuni membri del cast, tra cui Joaquin Phoenix, il regista (Todd Phillips) e il produttore (Bradley Cooper). Lo stesso Phillips ha spiegato l’obiettivo che si è prefissato dall’inizio, ovvero “fare un film che fosse uno studio del personaggio, non un cinecomic. Volevamo fare qualcosa legata alla realtà“. Il regista continua, dicendo:

Non volevo costatare come sia oggi il mondo, anche se ci sono degli elementi tematici al suo interno. Al centro di tutto c’è il personaggio e il suo sviluppo.

Joaquin Phoenix, che ha conquistato il premio Oscar riservato al Miglior attore protagonista, ha espresso dei commenti positivi nei confronti del regista. Secondo l’attore, “Todd [Phillips n.d.r.] ha un modo originale di vedere le cose”.

Il video continua poi con interessanti aneddoti, la genesi delle musiche e dei costumi. Insomma, un modo per scoprire cosa si nasconde dietro a un film come Joker.

Joker: trama, cast e Oscar

Il protagonista di questa controversa, ma allo stesso tempo apprezzata pellicola è Arthur Fleck, un clown frustrato che vive a Gotham City. Sentendosi non accettato e infelice, l’uomo inizia una discesa verso la pazzia, con colpi di scena e frenetiche vicende.

Il cast del film è principalmente composto da Joaquin Phoenix (che è stato capace di sviluppare ulteriormente il personaggio interpretato da Heath Ledger nella trilogia di Nolan), Robert De Niro, Frances Conroy, Zazie Beetz e Marc Maron.

Il film ha ottenuto diverse candidature agli Oscar 2020, tra cui quello per il Miglior film (poi vinto da Parasite). I premi che il film di Phillips ha conquistato durante la notte degli Oscar sono due: Miglior attore protagonista a Joaquin Phoenix e Migliore colonna sonora a Hildur Guðnadóttir.

Già pochi mesi prima del suo rilascio ufficiale, il film con un “camaleontico” Phoenix approdò in concorso alla Mostra del cinema di Venezia. Già allora si capì che non si trattasse di un cinecomic “tradizionale”, ma di una vera e propria novità, una pellicola d’autore che mostrava anche una chiara parentela con il cinema della New Hollywood, soprattutto il cinema di Martin Scorsese (Taxi Driver e Re Per Una Notte in particolare). E grazie alla sua problematica originalità Joker conquistò il Leone d’Oro per il miglior film.

Il successo e le critiche

Con 1,074 miliardi di dollari di incasso globale al botteghino, Joker si è rivelato un successo. In poche settimane è addirittura diventato il film vietato ai minori (in molti paesi, tra cui gli USA, è stato vietato ai minori di 17 anni) con i migliori incassi in assoluto, superando anche i 780 milioni di dollari incassati da Deadpool.

Joker - Candidatura Oscar

Sono stati molti a criticare il film per l'”eccessiva” violenza. Trattandosi di un prodotto particolarmente cruento e disturbante, era inevitabile che non tutti avrebbero apprezzato il modo con cui è stato trattato il personaggio. In particolare (attenzione allo spoiler che segue), la parte finale, secondo molti, potrebbe incitare alla rivolta.

Quello del film è un mondo fittizio che contiene implicazione del mondo reale e si tratta comunque di un personaggio che esiste da 80 anni. Perché la gente vede John Wick 3, un uomo bianco che uccide 300 persone, ride e urla, e quando si parla di Joker ci fanno considerazioni diverse? Questa cosa non ha senso per me.

Sono queste le dichiarazioni di Todd Phillips, un regista che è riuscito a dare forma a un vero e proprio fenomeno di costume

Arthur Fleck non è stato descritto come l’acerrimo nemico di Batman. Il nuovo Joker, da sempre con una situazione psicologica difficile, è una persona disturbata che, non sentendosi integrato nella società, inizia un breve cammino che lo porterà nella follia.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.