Paolo Jannacci canta Se Me Lo Dicevi Prima di Enzo Jannacci a Sanremo 2020 (video)

Sul palco insieme al figlio d'arte l'attore e musicista Francesco Mandelli

13
CONDIVISIONI

Paolo Jannacci canta Se Me Lo Dicevi Prima di Enzo Jannacci, suo padre, durante la serata delle cover del Festival di Sanremo 2020.

Sul palco con lui arriva Francesco Mandelli, meglio noto come Nongio nonché autore televisivo, musicista e attore, comico e volto noto dai tempi in cui su MTV interpretava vari ruoli nella sitcom I Soliti Idioti insieme a Fabrizio Biggio.

Durante l’esibizione ha suonato anche il trombettista Daniele Moretto.

Paolo Jannacci rende tributo a suo padre, l’immenso cantautore Enzo Jannacci che gli è stato maestro in musica e con il quale ha collaborato in diverse occasioni. Paolo Jannacci è già in gara con il brano Vorrei Parlarti Adesso, una dolce ballata che racconta il rapporto tra un padre e sua figlia quando quest’ultima inizia a crescere.

Il brano Se Me Lo Dicevi Prima arrivò 17° al Festival di Sanremo 1989 ma vinse il secondo posto del Premio della Critica. Il testo del brano, scritto da Enzo Jannacci insieme a Maurizio Bassi, è un forte messaggio sui problemi della tossicodipendenza.

Il testo di Se Me Lo Dicevi Prima di Enzo Jannacci

Eh, eh, eh, ma se me lo dicevi prima
Eh, se me lo dicevi prima
Come prima
Ma sì se me lo dicevi prima
Ma prima quando
Ma prima no

Eh, si prendono dei contatti
Faccio una telefonata al limite faccio un leasing
Se me lo dicevi prima
Ma io ho bisogno adesso, sto male adesso
Ma se me lo dicevi prima ti operavo io
Ma io ho bisogno di lavorare io sto male adesso

Eh sto male e sto bene macché il lavoro e mica il lavoro
Posso mica spedirti un charter
Bisogna saperlo prima che dopo non c’è lavoro, prima, capito
E allora è bello
Quando tace il water
Quando ride un figlio
Quando parla Gaber

E allora sputa su chi ti eroina
Perché il mondo sputa
Proprio quando nasce un fiore
Perché iniettarsi morte
è ormai anche fuori moda
Perché ce n’è già tanti che son venuti fuori

Oh, sei ancora qua
Vabbé, quanto sei alto
Uno e novanta
Eh eh eh non vai bene
Come non vado bene
Non vai bene
Se me lo dicevi prima ti dicevo che noi abbiamo bisogno della gente giusta
Tra l’1, 60 l’1, 60, tra l’1, 60, capito
Cioè ho capito che quando uno sta male deve arrangiarsi da solo
E allora sarà ancora bello

Quando ti innamori
Quando vince il Milan
Quando guardi fuori
E sarà ancora bello
Quando guardi il tunnel
Che è ancora lì vicino e non ci credi ancora
Ne sei venuto fuori e non ci credi ancora
E ci hai la pelle d’oca e non ci credi ancora

Ti sei sentito solo
In mezzo a tanta gente
Sì ma guarda che di te e degli altri
A questa gente
Non gliene frega niente

E allora sarà ancora bello
Quando tace il water
E sarà anche più bello
Quando scopri il trucco
E allora sarà bello
Quando tace il water
Quando spegni il boiler
Quando guardi il tunnel
Quando, quando senti il sole.

Il video in cui Paolo Jannacci canta Se Me Lo Dicevi Prima di suo padre Enzo è disponibile a seguire.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.