Ancora in diffusione il virus WhatsApp di Capodanno: come riconoscerlo oggi 2 gennaio

Dettagli interessanti su un messaggio virale che questo giovedì risulta ancora molto popolare e diffuso

52
CONDIVISIONI
Virus WhatsApp

Risulta ancora largamente diffuso il virus WhatsApp di Capodanno, ovvero un messaggio virale che ha iniziato a circolare il 31 dicembre e che, da quello che ho avuto modo di riscontrare, ancora oggi 2 dicembre sta facendo vittime in giro per il mondo. Soprattutto qui in Italia, dove negli ultimi tempi si è parlato della nota app soprattutto dal punto di vista dello sviluppo software come avrete notato con un nostro recente articolo. Proviamo dunque a fare ordine tra le informazioni disponibili.

Come possiamo riconoscere il virus WhatsApp di Capodanno

Secondo le segnalazioni disponibili anche sui social, il virus WhatsApp di Capodanno si riconosce facilmente. Trattasi di un messaggio generico, ma allo stesso tempo personalizzato con il nome del mittente, pervenuto attraverso una piattaforma esterna che fa da tramite con una conversazione sfruttando l’app in questione. Il testo, per la cronaca, è simile a quello che segue: “[Nome mittente] ti ha inviato un messaggio privato!! Clicca ORA questo link per leggere il messaggio“.

Proprio la personalizzazione del nome mittente potrebbe indurre in errore il destinatario, cliccando sul link prensente nel messaggio. A quel punto raggiungerete un sito che, al contrario di quanto vi viene annunciato, non è stato concepito per rendere più gradevoli i vostri auguri di buon anno. Qui, infatti, presterete il fianco a malintenzionati, che attraverso siti fake come questi avranno modo di accedere ai dati sensibili memorizzati sui vostri smartphone. Pericolo che, tuttavia, secondo The Apple Lounge dovrebbe andare verso altre direzioni.

Nella migliore delle ipotesi, il virus WhatsApp di Capodanno vi porterà ad installare un malware che vi farà caricare tantissime pubblicità (spesso e volentieri senza che ne siate consapevoli), rallentando in modo evidente le prestazioni generali dei vostri smartphone. Insomma, fate molta attenzione a questa minaccia che, a quanto pare, questo giovedì è più viva che mai per utenti Android ed iPhone.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.