Kit Harington unico nominato ai Golden Globe ed è polemica: Il Trono di Spade e le sue attrici sono state snobbate?

Fa discutere la nomination di Kit Harington ai Golden Globe, nonché l'unica de Il Trono di Spade nella prestigiosa cerimonia

21
CONDIVISIONI

Kit Harington si considera “un lupo solitario” anche nella vita reale. L’attore è l’unico tra i membri del cast de Il Trono di Spade a ricevere una nomination ai Golden Globe, ma la clamorosa notizia non è sola questa. La candidatura è anche l’unica che la serie tv, acclamata in tutto il mondo e vincitrici di numerosissimi premi, ha ricevuto per la prossima edizione.

Uno smacco che lascia interdetti, alla luce del trionfo agli Emmy Awards, dove lo show targato HBO ha portato a casa il riconoscimento come migliore serie drammatica. Kit Harington ne esce così, a sorpresa, come unico attore de Il Trono di Spade a portare il fardello (dipende dai punti di vista) della nomination. La star gareggia con una cinquina davvero competitiva che comprende Brian Cox (Succession), Rami Malek (Mr. Robot), Tobias Menzies (The Crown) e Billy Porter (Pose). Snobbato Peter Dinklage, reduce dalla vittoria agli Emmy come miglior attore non protagonista in una serie drammatica, escluse diverse attrici del cast, che nell’ultima stagione si sono fatte valere, tirando fuori il meglio. Qualche nome? Emilia Clarke, personaggio chiave degli episodi finali, e Lena Headey, la cui Cersei Lannister, pur non avendo avuto molto spazio, è da sempre tra le figure più apprezzate.

È quindi polemica sui social e ci si chiede il motivo di questa scelta. Già, perché Kit Harington? Jon Snow non ha compiuto gesta memorabili in quest’ultima stagione – escludendo quella scena decisiva nel finale di serie. Sarebbe stata giusta una sua vittoria nella sesta stagione, in cui Jon è stato il protagonista di quell’incredibile Battaglia dei Bastardi. I fan si sono riversati in rete per esprimere la propria indignazione. C’è chi si chiede perché non siano state prese in considerazione due attrici come la Clarke e la Headey. “Hanno interpretato i loro personaggi in modo incredibilmente convincente, specialmente Lena”, commenta una fan su Twitter.

“Emilia Clarke merita ogni singolo riconoscimento per il suo lavoro nella stagione finale de Il Trono di Spade”, scrive un’altra fan. “Non capisco perché venga derubata continuamente in ogni stagione dei premi. Anche se non dovesse vincere, almeno darle il riconoscimento che si merita.”

Altrove, gli appassionati della serie hanno scelto l’ironia per criticare la scelta di includere Kit Harington nella cinquina dei migliori attori protagonisti.

È stato nominato per aver letteralmente detto “Non lo voglio” e “Sei la mia regina” e altri dialoghi di bassa qualità. Non ha avuto un vero arco narrativo per un’intera stagione. Kit è un bravo attore, ma è stato utilizzato malamente nell’ottava stagione.

Come ha reagito il diretto interessato alla nomination? Contattato dall’Hollywood Reporter, Kit ha scherzato: “Sono il tronista solitario. Mi immagino seduto a tavola tutto solo. Non mi aspettavo di essere candidato. Pensavo che spettasse allo show. Io mi trovavo a casa a leggere della battute quando il mio pubblicista mi ha chiamato. È stato molto inaspettato e fantastico.”

Per quanto riguarda la mancata candidatura de Il Trono di Spade tra i migliori show drammatici, i fan – incredibile a dirsi – hanno avuto da ridire anche su quello. Non è un mistero che l’ultima stagione abbia ricevuto pareri contrastanti, specialmente il finale, criticato su ampia scala globale. Insomma, evviva la coerenza. Per fortuna qualcuno ci scherza su:

I fan di Game of Thrones: L’ultima stagione è spazzatura. I Golden Globe: Avete ragione. I fan di Game of Thrones: Come avete osato snobbare Game of Thrones?

Le discussioni su Il Trono di Spade non avranno mai fine. Forse un giorno, quando l’award season sarà terminata, tutto questo sarà solo un lontano ricordo.

Segui gli aggiornamenti della sezione Game of Thrones sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.