Narcos su Rai4, la storia del narcoterrorista Pablo Escobar in chiaro dalla prima stagione

Al via la programmazione di Narcos su Rai4, la serie Netflix sulla storia del narcoterrorista Pablo Escobar debutta in chiaro

62
CONDIVISIONI

Dal 16 novembre parte la programmazione in chiaro di Narcos su Rai4: l’acclamata serie Netflix sulla storia incredibile del narcotrafficante e terrorista colombiano Pablo Escobar approda in prima visione free, ogni sabato in prima serata sul canale 21 del digitale terrestre.

Rai4 trasmette la saga del narcotraffico di Netflix a partire dalla prima stagione, che racconta in una Colombia attraversata da povertà e malaffare l’ascesa del famigerato Pablo Escobar: Narcos è la storia del più potente boss del traffico internazionale di droga degli anni Ottanta, capace di tenere in scacco un intero Paese trasformandosi in un terrorista che mette a repentaglio la tenuta democratica dello Stato per difendere i suoi traffici, oltre che per la sua ossessione di diventare anche un uomo pubblico rispettato dalle élite e un eroe dei quartieri popolari della sua Medellin. A dargli la caccia il corrotto esercito colombiano e i determinati agenti della DEA, l’Agenzia Antidroga degli Stati Uniti, guidata dai due agenti speciali Steve Murphy e Javier Peña (Boyd Holbrook e Pedro Pascal), impegnati sul campo in prima persona in una caccia all’uomo in cui il ricercato è sempre un passo avanti grazie alla sua rete di complicità costruita ad ogni livello sociale, dalle sentinelle nelle favelas ai vertici delle forze armate.

Il brasiliano Wagner Moura presta volto e corpo ad Escobar (è ingrassato di circa 20 chili per calarsi nel ruolo), raccontandone l’evoluzione dai primi affari locali con le droghe leggere fino ai traffici internazionali coi suoi laboratori di cocaina nelle foreste colombiane, passando per la candidatura e l’elezione al Parlamento fino al braccio di ferro col governo durante la sua latitanza. L’attore ha dovuto imparare in soli tre mesi lo spagnolo, anche se il suo accento portoghese è rimasto più che percettibile, almeno nella prima stagione.

La regia di gran parte degli episodi della prima stagione di Narcos è firmata dal brasiliano José Padilha, che con Moura ha lavorato anche in Tropa de Elite – Gli Squadroni della Morte, il film sul gruppo di polizia militare che presidia le favelas di Rio de Janerio.

Per introdurre Narcos su Rai4, la rete presenterà dopo il primo appuntamento con la serie un approfondimento sul personaggio di Escobar: il 16 novembre, in seconda serata, i primi due episodi iniziali della prima stagione saranno seguiti da uno Speciale Wonderland Narcos, interamente dedicato alla serie e alla surreale storia criminale di Escobar, con interviste al creatore della serie Chris Brancato (ideatore di Narcos insieme a Carlo Bernard e Doug Miro) e ad esperti come Guido Piccoli, biografo di Escobar e profondo conoscitore della storia della Colombia. Ospite dello speciale anche il disegnatore Giuseppe Palumbo, autore su soggetto dello stesso Piccoli del graphic novel Escobar: El Patron.

Prima di presentare la serie al pubblico di Rai4, infine, ci sarà un appuntamento con un film sulla storia del narcotrafficante: sabato 9 novembre Rai4 trasmetterà il film Escobar, diretto nel 2014 dall’italiano Andrea Di Stefano ed interpretato da Benicio Del Toro nel ruolo del boss colombiano.

Tutte le stagioni di Narcos sono attualmente disponibili in Italia nel catalogo di Netflix: i primi due capitoli sono dedicati alla vicenda umana e criminale di Escobar, mentre il terzo si svolge dopo la sconfitta del cartello di Medellin, con la DEA impegnata ad assicurare alla giustizia i due fratelli alla guida del cartello di Cali, i rivali di Escobar Gilberto e Miguel Rodríguez Orejuela. Su Netflix è disponibile anche la prima stagione del prequel Narcos: Messico, incentrata sull’origine del cartello di Guadalajara e già confermata per una seconda stagione, le cui riprese inizieranno presumibilmente il prossimo anno.

Narcos Stg.1,2 + Gadget (Box 6 Br)
  • Eagle Pictures (09/05/2018)
  • Tiempo de ejecución: 1000 minuti
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.