Riprese al via per la nuova serie di Alvaro Morte, dopo La Casa di Carta è uno chef in The Head

HBO produce la nuova serie di Alvaro Morte, dopo La Casa di Carta una sfida in inglese per The Head

424
CONDIVISIONI

Dopo aver svestito – per sempre? – i panni del cervellotico Professore ne La Casa di Carta, è in arrivo una nuova serie di Alvaro Morte, una coproduzione internazionale targata Mediapro Studio, HBO e Hulu Japan dal titolo The Head.

La serie è un thriller claustrofobico in sei capitoli, che uscirà nel 2020 e racconterà il dramma di dieci persone intrappolate in un laboratorio scientifico al Polo Sud: quando improvvisamente scoprono che uno di loro è un assassino, inizierà una lotta per la salvezza. Dietro la macchina da presa c’è Jorge Dorado, tre volte candidato ai Goya Awards in Spagna per i suoi cortometraggi, in questi giorni impegnato a Tenerife per l’inizio delle riprese della serie.

Questa serie composta da 6 capitoli da 50 minuti vanta un cast corale composto da attori provenienti da otto paesi diversi, una grande sfida a livello produttivo ma necessaria per l’economia della trama ambientata in Antartide. Ad interpretare personaggi di diverse nazionalità, al fianco dello spagnolo Alvaro Morte, ci sono l’inglese Katharine O’Donnelly, il giapponese Tomohisa Yamashita, i danesi Alexandre Willaume e Laura Bach, la spagnola Mónica López, l’irlandese John Lynch e la californiana Amelia Hoy. La serie è stata girata in inglese con dialoghi anche in danese.

Dorado è anche il produttore esecutivo di The Head, insieme ai creatori della serie, Álex e David Pastor. Per Morte e Dorado non è la prima collaborazione: hanno già lavorato insieme sul set del thriller sentimentale El Embarcadero di Moviestar+, trasmessa in Italia da Rai2 col titolo Il Molo Rosso. Il regista ha diretto alcuni episodi della serie che vede Morte nei panni di un uomo dalla doppia e misteriosa vita e di cui è in lavorazione la seconda stagione.

Durante la conferenza stampa che a Tenerife ha battezzato l’inizio delle riprese, Alvaro Morte ha promesso che sorprenderà il pubblico con un “personaggio completamente diverso da quello che ho fatto ne La casa de Papel e El Embarcadero“, quello del rude chef della stazione internazionale Ramón. La sfida di questa serie, per l’ormai iconico volto del Professore, èfare qualcosa in inglese e provare a cavarmela in un ruolo in inglese ad un livello così importante come questo“.

View this post on Instagram

And here we are!! #iceland 🙌🏻#TheHead

A post shared by Álvaro Morte (@alvaromorte) on

The Head è attesa su HBO nel 2020, proprio come la quarta stagione de La Casa di Carta su Netflix, salvo che la piattaforma decida di anticiparne l’uscita entro la fine di quest’anno.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.