The 100 6×12 perde un altro protagonista e si avvicina al finale di stagione (promo 6×13)

The 100 6x12 si sbarazza letteralmente di un altro personaggio storico: a chi abbiamo detto addio? Recensione del penultimo episodio di stagione

6
CONDIVISIONI

La particolare attenzione a quelle che sono le tematiche calde della serie – l’ago della bilancia perennemente sul bene e male – ha fatto sì che in The 100 6×12 gli spettatori assistessero all’addio di un altro personaggio storico. Gestire un numero abbastanza considerevole di storie non ha certamente giovato ad alcuni protagonisti.

Inizialmente abbiamo perso Shaw, introdotto nella passata stagione come potenziale interesse amoroso di Raven – che novità, il mai una gioia regna sovrano per lei. Poi è stata la volta di Clarke, temporaneamente morta, salvo poi scoprire di essere ancora viva nella mente di Josephine (ma dato che Clarke Griffin è l’eroina di The 100, sarebbe stato da pazzi ucciderla neanche a metà stagione). Due episodi fa il pubblico ha detto addio a Marcus Kane, che ha silenziosamente lasciato le scene con una citazione di Lost (l’attore Henry Ian Cusick era nel cast della serie). Stavolta è il turno di Abby, e ci piace pensare che in qualche modo abbia raggiunto il suo amato Marcus.

Una fine per la dottoressa madre di Clarke, diciamolo, indecorosa. Per un’intera stagione, gli sceneggiatori hanno avuto difficoltà a gestire i personaggi adulti – ne è una prova Kane, rilegato a letto per parecchi episodi – e con Abby hanno girato molto intorno alla possibilità di farla uscire di scena. Abby non è un’eroina, ma di fronte la convinzione che sua figlia sia morta (Clarke è sotto copertura, e con Russell e i suoi finge di essere ancora Josephine), si sacrifica iniettandosi il Nightblood così che Madi possa sopravvivere. Il desiderio di vendetta è papabile e accoglie senza batter ciglio l’idea di sfidare Russell. Prima di morire quantomeno Abby ha avuto modo di riabbracciare sua figlia poiché Clarke getta via la maschera e la accoglie con un caloroso abbraccio.

Dall’altro lato, The 100 6×12 prosegue con l’insipido piano dei Children of Gabriel, quello di rovesciare il potere dei Primes. L’intento è semplice: abbassare lo scudo e convincere la popolazione di Sanctum che i loro sovrani sono dei falsi dèi. Russell, però, sconvolge i piani e annuncia che si trasferiranno nello spazio, insieme a sua moglie Simone, la cui mente è stata impiantata nel corpo di Abby.

The 100 6×12 si conclude con alcuni punti interrogativi e molto amaro in bocca. Dov’è Jordan? Diyoza è ancora risucchiata nell’anomalia? L’addio di Abby, come è stato con Kane, lascia insoddisfatti e si ha la sensazione che lo show abbia sprecato del potenziale, rilegando entrambi i personaggi in un angolo.

La sesta stagione di The 100 si conclude la prossima settimana con il tredicesimo e ultimo episodio.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.