Nessun tour mondiale per Lady Gaga fino al 2021, rinnovata per due anni la residency a Las Vegas (video)

Lady Gaga resta a Las Vegas fino al 2021, come ha annunciato dal palco di Enigma: niente tour mondiale per il prossimo album?

15
CONDIVISIONI

Sembra proprio che, nonostante il sesto album in studio sia in lavorazione e presumibilmente uscirà il prossimo anno, Lady Gaga non andrà in un tour mondiale per almeno i prossimi due.

Come ha confermato lei stessa sul palco, la sua residency a Las Vegas con lo spettacolo Enigma sarà rinnovata per altri due anni dopo il grande successo delle prime tranche di eventi.

Durante l’ultimo spettacolo della seconda parte della sua residency al Park Theatre di Las Vegas, lo scorso venerdì 14 giugno, la Germanotta ha urlato dal palco la sua intenzione di restare in città con Enigma per altri due anni.

Lo ha annunciato durante l’esecuzione al pianoforte della canzone You & I, uno dei tanti successi inseriti nella scaletta di Enigma. Durante il brano, Gaga ha detto esplicitamente al pubblico: “Sarò qui per altri due anni“. La conferma ufficiale da parte del teatro che la ospita non è ancora arrivata, ma se è la stessa performer a dirlo al suo pubblico durante uno show dal vivo non c’è motivo di dubitare che il rinnovo del contratto sia già stato deciso.

Si aggiungeranno, dunque, decine di altri concerti a Las Vegas dopo il calendario di 35 spettacoli in un anno che ha visto il debutto di Gaga con una residency, la prima della sua decennale carriera. Questo però vuol dire necessariamente che per un paio d’anni la Germanotta non si esibirà in un tour mondiale perché quest’ultimo sarebbe inconciliabile con l’impegno fisso di Las Vegas.

Le ragioni per confermare uno spettacolo con decine di repliche in un unico teatro sono molteplici: viaggiare in giro per il mondo è indubbiamente molto faticoso e costoso, mentre una residency garantisce un contratto milionario e una stabilità all’artista che non deve mettersi alla prova su palcoscenici ogni volta differenti. Senza dimenticare che Gaga è affetta da fibromialgia (lo scorso anno le ultime tappe europee del Joanne World Tour furono annullate a causa del dolore che le impedì di esibirsi) e il fatto di non dover viaggiare costantemente da un Paese all’altro attraversando i continenti certamente la aiuta ad affrontare meglio il palco. E la aiuterebbe anche ad organizzare con più facilità eventuali altri impegni professionali, vista la sua intenzione di continuare a recitare dopo A Star Is Born.

D’altro canto, però, lanciare un album in studio e non promuoverlo con un tour mondiale può essere molto rischioso e sicuramente indispettisce quella parte di pubblico che attende soprattutto l’appuntamento coi live, a meno che Gaga non decida di procrastinare l’uscita del disco verso la fine della residency per poi potersi permettere di inaugurare un tour mondiale, ma questo vorrebbe dire non rilasciare il successore di Joanne, che risale ormai al 2016, almeno fino all’inizio del 2021.

Per ora, l’unica certezza arriva dalle parole di Gaga stessa, che inaugurerà la terza tranche di Enigma il prossimo 17 ottobre.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.