Risposta coi fatti per Huawei P10 Plus: via all’aggiornamento di maggio in Europa

Pesa più di 400 MB e presenta diversi spunti interessanti. Tutto quello che occorre sapere sulla nuova patch

16
CONDIVISIONI

Non poteva arrivare in un momento migliore l’aggiornamento di maggio per tutti coloro che in questi due anni hanno deciso di acquistare un Huawei P10 Plus, come potrete notare anche dall’approfondimento che mi appresto a portare alla vostra attenzione questo martedì. Il device, infatti, sta ricevendo una patch per certi aspetti insperata, considerando sia il silenzio che ha accompagnato il modello dal punto di vista software nel corso delle ultime settimane, sia l’ormai nota questione che sulla carta vede il produttore cinese in difficoltà con la distribuzione di pacchetti software.

La questione nata con gli Stati Uniti, in particolare con Trump e di riflesso con Google, infatti, non ha impedito agli sviluppatori di avviare qui in Europa la distribuzione dell’aggiornamento B185 per Huawei P10 Plus. Premetto che, al contrario di quanto auspicato da alcuni, non siamo ancora al cospetto di EMUI 9.1. I lavori a tal proposito vanno avanti, come vi abbiamo riportato ad aprile con un articolo apposito, ma evidentemente i tempi non sono maturi per garantire agli utenti questo valore aggiunto.

Premesso questo, va detto che il firmware appare comunque significativo ed importante per coloro che si aspettavano un passo in avanti dal punto di vista dello sviluppo software per Huawei P10 Plus. Il peso della patch supera i 400 MB e, stando al changelog riportato da Huawei Blog, avremo un’ottimizzazione per le videochiamate, quando queste verranno avviate all’interno di app terze. Ancora, pare sia stato risolto un bug che non consentiva di utilizzare la connessione WiFi in determinati contesti, fino ad arrivare ai soliti miglioramenti per le prestazioni generali dello smartphone.

Dunque, non resta che attendere l’arrivo dell’aggiornamento di maggio anche qui in Italia per chi dispone in primis di un Huawei P10 Plus. Qualora abbiate ricevuto la notifica via OTA, segnalatelo qui di seguito nell’area commenti.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.