La Pasquetta di Giuliano Sangiorgi all’insegna della musica e… delle pizze di Renzo Rubino! (video)

La Pasquetta di Giuliano Sangiorgi si è svolta all’insegna della musica. Questo è quanto testimonia il video comparso sui social ufficiali del leader dei Negramaro che non ha voluto lasciare a bocca asciutta i suoi fan entusiasti di quanto condiviso dall’artista salentino.

Nelle clip che Giuliano Sangiorgi ha pubblicato sui suoi canali ufficiali non si discosta troppo dalla Pasquetta delle persone comuni, all’insegna dell’allegria e della musica ma anche di un insolito Renzo Rubino che, per l’occasione, si è improvvisato pizzaiolo e venditore di street food.

Anche il vento che soffiava è stato esattamente uguale a quello che hanno vissuto molti italiani che hanno deciso per una gita fuori porta all’ultimo minuto, all’insegna del maltempo in tutta l’Italia e in particolare al sud, dove il vento ha soffiato con particolare violenza.

Giuliano Sangiorgi viene dalla conclusione della tournée che ha tenuto con i Negramaro in tutti i maggiori palasport italiani, dopo che il gruppo aveva deciso di rimandare i concerti a seguito dell’emorragia cerebrale che ha colpito Lele Spedicato, chitarrista della band, in fase di rapidissima e miracolosa ripresa.

Il leader dei Negramaro è stato anche ospite di In arte Mina con Pino Strabioli, al quale ha raccontato i momenti in cui Annamaria Mazzini gli ha chiesto di scrivere dei brani per lui. Sangiorgi li ha anche interpretati al pianoforte per i telespettatori dello speciale andato in onda su Rai3 nella serata di Pasquetta.

Discograficamente, i Negramaro sono fermi ad Amore che torni, ultimo album in studio che hanno rilasciato per Sugar dopo che avevano pensato di sciogliere la band dopo le incomprensioni sorte proprio tra Giuliano e Andro. Le cose si sono poi sistemate e sono tornati con un disco e con un tour negli stadi prima del dramma, ormai risolto, di Lele Spedicato che ha rinunciato anche a parte della tournée nei palasport.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.