Nuova carrellata di rilasci per Huawei P10 Plus TIM con EMUI 9 e prime news sulla batteria

Informazioni più dettagliate sul rilascio che è stato avviato nei giorni scorsi anche qui in Italia

Ci sono ulteriori segnalazioni oggi 18 aprile da parte di coloro che dopo una lunga attesa stanno finalmente ricevendo l’aggiornamento con EMUI 9 per il proprio Huawei P10 Plus brandizzato TIM. Dopo il primo articolo sul tema pubblicato qualche giorno fa all’interno del nostro magazine, infatti, tocca analizzare due importanti novità questa mattina, anche perché si tratta di una versione del device più diffusa di quanto si possa immaginare secondo le informazioni raccolte di recente.

Andiamo con ordine, perché come accennato ad inizio articolo, dopo le prime sporadiche segnalazioni dei giorni scorsi, oggi tocca prendere atto di una diffusione più significativa per l’aggiornamento in questione. Insomma, un buon segnale per chi si ritrova con un Huawei P10 Plus marchiato TIM e fino ad oggi ancora non ha avuto modo di provare i punti di forza e di debolezza di Android Pie. Staremo a vedere se entro Pasqua tutti riusciranno a fare questo step.

Premesso questo, è importante anche analizzare i primi riscontri da parte di chi ha avuto la possibilità di testare sul campo i punti di forza e di debolezza dell’aggiornamento su Huawei P10 Plus TIM. A distanza di 4-5 giorni dal download, infatti, gli effetti del pacchetto software sulla durata della batteria sembrano non essere così negativi come si temeva in un primo momento. La maggior parte dei feedback fa emergere ore schermo costanti pre e post installazione, mentre alcuni addirittura parlano di miglioramenti.

Nei prossimi giorni continueremo a monitorare la questione, sperando di poter condividere annunci anche sulle altre versioni di Huawei P10 Plus in commercio in Italia (in primis quelli marchiati Vodafone). Nel frattempo, se avete maturato un’esperienza diretta sul campo, non esitate a commentare l’articolo qui di seguito, in modo da inquadrare al meglio la vicenda.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.