Rate basse con Tre per Samsung Galaxy S10 e Huawei P30: acquistiamoli con 60 GB al mese

Capiamo insieme quali siano le condizioni specifiche per acquistare i due smartphone Android di cui tanto si parla

10
CONDIVISIONI

Si torna a parlare in queste ore dell’acquisto di smartphone a rate, grazie alla nuova possibilità messa a disposizione degli utenti potenzialmente interessati all’acquisto di un Huawei P30 o di un Samsung Galaxy S10 che intendono sfruttare le offerte Tre. In particolare, oggi 16 aprile diventa importante analizzare più da vicino la storia delle Free Power, con un costo base della tariffa da associare allo smartphone pari a 11,90 euro. In questo modo potrete abbinare ai device minuti ed SMS illimitati, oltre a 60 GB per la connessione dati.

Detto questo, analizziamo i singoli costi associati ai device riportati in precedenza. Ad esempio, con il Samsung Galaxy S10 128 GB da questo momento abbiamo a disposizione una soluzione in più rispetto a quanto trapelato nella giornata di ieri attraverso TIM (la potete approfondire qui). Con Free Power, infatti, lo smartphone Android presentato poco meno di due mesi fa sarà acquistabile con un anticipo di 0 euro, cui dovremo aggiungere 30 rate mensili da 16,99 euro. A questi costi dovremo poi associare anche la rata finale di 74,8 euro. Una parentesi per il Samsung Galaxy S10 Plus 128, con un anticipo di 139,99 euro, oltre a 30 rate da 20,99 euro e rata finale di 73,8 euro.

Chi invece sta seguendo con interesse le vicende di Huawei P30, con le offerte riportate oggi e associando il prodotto a Free Power, potrà portare a termine la transazione con anticipo di 99,99 euro e 30 rate di 12,99 euro, oltre alla rata finale di 66,3 euro. Un’occasione che potrebbe non durare a lungo secondo quanto raccolto fino a questo momento con la compagnia telefonica.

Insomma, ci sono tante soluzioni a disposizione del pubblico italiano che intende portarsi a casa un Samsung Galaxy S10 o un Huawei P30 a rate, grazie alle offerte Tre trapelate oggi 16 aprile, senza dimenticare i loro fratelli maggiori.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.