A rilento l’aggiornamento per introdurre gli inviti coi gruppi WhatsApp su iPhone oggi 4 aprile

Un primo punto della situazione per chi intende fare un importante step con la propria versione dell'app

1
CONDIVISIONI

Ci sono alcune importanti precisazioni che vanno aggiunte al nostro articolo di ieri, per quanto riguarda l’introduzione del sistema che prevedere inviti coi gruppi WhatsApp, almeno per quanto riguarda gli utenti che sono in possesso di un iPhone. Appena 24 ore fa, infatti, abbiamo evidenziato l’avvio della distribuzione della funzione senza che fosse necessario installare un nuovo aggiornamento dell’app, al punto che in questo frangente il team pare aver deciso di intervenire solo sul fronte server.

Tuttavia, va precisato che questo rollout al momento risulta parzialmente attivato solo per chi dispone di uno smartphone Android. Importanti conferme sotto questo punto di vista sono arrivate oggi 4 aprile da uno dei massimi esperti al mondo sul tema WhatsApp, vale a dire WABetaInfo, che a tal proposito ha pubblicato un post specifico proprio nelle ultimissime ore. Sostanzialmente, il team sta lavorando per aggiungere questa funzionalità, aggiungendo nuovi miglioramenti nei prossimi aggiornamenti. 

Il sistema di inviti per accedere ai gruppi WhatsApp, pertanto, risulta non essere ancora disponibile per motivi di sviluppo, al punto che la fonte in questione afferma come la funzionalità debba ottenere molti altri miglioramenti prima di essere abilitata per tutti. Alla luce del post pubblicato, dunque, qualora abbiate aggiornato la vostra versione di WhatsApp per iPhone e non doveste trovare l’apposita voce all’interno delle impostazioni, non abbiate timori. Con la versione dell’app ottimizzata su iOS è del tutto normale.

Impossibile prevedere la data di rilascio dell’aggiornamento automatico, ma leggendo tra le righe quanto riportato da WABetaInfo con il post in questione, pare che la situazione si stia sviluppando assai a rilento se confrontata con quella che ha preso forma per il pubblico Android. Che idea vi siete fatti sotto questo punto di vista? Fateci sapere con un commento all’articolo di oggi 4 aprile.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.