Le Regole del Delitto Perfetto 6 è già prevista per Karla Souza: “Nel finale Laurel non è una vittima”

Le Regole del Delitto Perfetto 6 non è stata ancora annunciata da ABC ma è già prevista secondo l'attrice Karla Souza, che apre nuovi scenari su Laurel

Non è ancora chiaro se Le Regole del Delitto Perfetto 6 ci sarà o meno: ABC non ha ancora annunciato ufficialmente il rinnovo di How To Get Away With Murder, anche se il finale aperto della quinta stagione lascia pensare che la serie sia destinata ad avere almeno un altro capitolo, che potrebbe essere quello conclusivo.

Grande protagonista dell’ultimo episodio è stata Karla Souza, interprete di Laurel Castillo, che dopo un confronto con suo fratello Xavier rivelatosi il mandante dell’omicidio di Lahey Sr., è scomparsa sotto gli occhi di Annalise, mentre il piccolo Christophe veniva rapito dalla sua culla.

Per la Souza, la cancellazione della serie non è un’opzione, al momento. Parlando con TVLine in occasione del finale di stagione, l’attrice si è detta sicura che la produzione verrà rinnovata per un’altra stagione e che lo showrunner Pete Nowalk abbia pensato a quel finale perché certo di poter sviluppare un seguito.

Abbiamo un forte seguito. Non abbiamo mai dubitato che lo spettacolo sarebbe stato rinnovato. Il fatto che Viola Davis sia in prima linea in uno spettacolo per la tv generalista è una fortuna. Non credo che gli scrittori pensassero che questa sarebbe stata la nostra ultima stagione, e non ho mai pensato che Pete fosse in cerca di un Piano B. Penso che abbia fiducia nello spettacolo e nella scrittura.

E sull’epilogo così straniante della quinta stagione, che ha tirato fuori ancora una volta dal nulla un colpevole appartenente alla famiglia Castillo mai visto prima d’ora, l’attrice invita a dubitare della totale sincerità della stessa Laurel, accerchiata da un padre e un fratello che sono delinquenti abituali e dunque, probabilmente, non estranea a certe dinamiche che conosce molto bene. La sua sparizione insieme a quella del bambino, dunque, non la qualifica necessariamente come vittima.

No, non penso che Laurel sia una vittima. Sicuramente penso che lei abbia un ruolo in tutto ciò, e per me, questa è la parte più interessante da interpretare. L’abbiamo visto, sempre più spesso – ha nascosto quell’anello di fidanzamento da Michaela per così tanto tempo. È capace di un sacco di cose pur di fare a modo suo. E ora, a modo suo, sta proteggendo suo figlio, quindi è capace di nascondere e ritrattare tutto ciò di cui ha bisogno per far funzionare quel piano.

All’insegna del motto “non lasciamoci ingannare da un Castillo“, la Souza ritiene che Laurel abbia pensato a tradire il gruppo accettando l’immunità offertale dall’FBI per salvare se stessa e suo figlio, nonostante abbia poi preferito rimanere leale ai suoi amici con cui condivide una serie di responsabilità in una catena di delitti.

Ha sicuramente valutato, almeno secondo me, che fosse una possibilità. Se dovessi decidere se proteggere tuo figlio o proteggere i tuoi amici – parlo da mamma – non c’è da scommettere nulla quando riguarda tuo figlio. Ma per quanto si avvicini a prendere questa decisione, si rende conto anche della lealtà che deve loro. E a causa del senso di colpa, sente che la sua famiglia è il motore di tutte le cose brutte che stanno avvenendo, ecco perché decide di assumersene la responsabilità e promettere che sarà leale con loro. È il suo modo di dire: “No, voi ragazzi siete stati leali con me, sarò fedele a voi”, e lei deve pensare a un altro piano.

La Castillo, quindi, potrebbe essere sparita di proposito e non essere stata rapita come l’ultima scena dell’episodio 15×15 lascerebbe intendere. Quale sarà il piano di Laurel e che impatto avrà sul resto del gruppo, sarà probabilmente il fulcro della trama de Le Regole del Delitto Perfetto 6, qualora la serie fosse rinnovata come auspicato dall’attrice e dalla co-star Rome Flynn. L’annuncio di ABC in merito è atteso a maggio.

Lascia un commento: