Scene tagliate da Gilmore Girls – Una Mamma Per Amica, come doveva essere il vero finale

Il finale Gilmore Girls - Una Mamma Per Amica, col matrimonio di Luke e Lorelai, è stato tagliato per problemi di budget: le rivelazioni della showrunner

143
CONDIVISIONI

Se c’è qualcosa che ha deluso il pubblico del revival di Gilmore Girls – Una Mamma Per Amica è che dopo 4 episodi da 90 minuti, talvolta dalla trama ridotta all’osso e con una sceneggiatura nient’affatto ricca, due grandi eventi si siano concentrati negli ultimi cinque minuti.

Il matrimonio di Luke e Lorelai, già ampiamente anticipato dai teaser della nuova serie, è stato relegato ad un paio di scene in conclusione dell’episodio Autunno, così come il grande annuncio di Rory, che ha trovato spazio solo con le famose 4 parole finali lasciando il telespettatore alle prese con un cliffhanger grosso quanto tutta Stars Hollow e più.

A dare qualche spiegazione su quel finale così frettoloso è oggi la creatrice della serie Amy Sherman-Palladino, che rivela in esclusiva a TVLine la motivazione di una chiusura così rabberciata: i vincoli di bilancio l’hanno costretta a scartare l’ipotesi originaria in favore di un finale molto più modesto.

Il piano A dei coniugi Palladino, autori e registi dello show, era quello di concludere la serie con un matrimonio-spettacolo in perfetto stile Stars Hollow, ovvero una festa in grande stile che coinvolgesse tutta la città come da tradizione. E invece tutto si è ridotto ad una cerimonia segreta notturna con pochi testimoni, nonostante il centro della cittadina fosse stato addobbato a festa per un evento memorabile che sarebbe dovuto andare in scena il giorno dopo. Al telespettatore è stato concesso di vedere solo la pronuncia del sì, senza nemmeno troppa enfasi. Una conclusione decisamente ridimensionata, seppure portata in scena con una certa dose di emotività, che lascia il pubblico con la sensazione di non aver visto tutto ciò che c’era da vedere.

Sensazione oggi confermata dalla showrunner.

Il matrimonio doveva essere in origine molto più grande, doveva essere un intero evento. E poi ci hanno tagliato i soldi. Tutto ciò che dovevamo spendere per comparse e costumi è diventato un incubo di produzione. Così abbiamo dovuto capire come rendere questo matrimonio soddisfacente senza fare ‘The Big Wedding’.

Alla fine il pubblico si è dovuto accontentare di un Little Wedding e semplicemente immaginare come sarà stato (nell’universo narrativo di Gilmore Girls – Una Mamma Per Amica) il giorno della festa vero e proprio, visto che il revival finisce all’alba prima che il party possa cominciare. Il matrimonio non è mai stato messo in discussione (“Sapevamo che dovevamo farli sposarsi. Non c’era modo di uscirne senza che si sposassero. I fan hanno aspettato troppo a lungo” spiega la Palladino), semplicemente non doveva andare così. Tuttavia, la creatrice prova a ridimensionare il tutto, spiegando che tutto sommato questo matrimonio “intimo è stato meglio” di uno in grande stile.

Ma davvero dopo un investimento milionario per la produzione e dopo aver speso risorse enormi nel marketing per la promozione del revival (uno per tutti, valga il finanziamento dell’evento dedicato alla Luke’s Diner in giro per gli Stati Uniti) non si è riusciti a far quadrare il budget per salvare quello che doveva essere il gran finale tanto agognato dal pubblico dopo quello deludente del 2007 e dalla stessa showrunner, che aveva abbandonato la produzione prima dell’ultima stagione?

Lo scopo del revival era proprio quello di restituire una conclusione degna a chi non l’aveva avuta e alla fine si è caduti proprio sull’aspetto più importante: di tutto ciò che poteva essere sacrificato di questo revival (musical in primis), il finale era l’unica cosa per cui la gestione del budget non avrebbe dovuto rappresentare un problema. Evidentemente c’è stato anche un errore degli showrunner e dei produttori esecutivi, nel non riuscire a bilanciare correttamente le risorse a disposizione. Infatti ora la Palladino prova a mettere una toppa.

Puoi lamentarti delle restrizioni economiche e di bilancio, ma a volte a lavorare in un tempi molto stretti ti spinge a fare delle cose che normalmente non avresti fatto e che finiscono in realtà per risultare notevolmente migliori (…) alla fine si arriva al nocciolo della questione: si tratta solo di Luke, Lorelai e Rory. E questo lo ha reso più intimo e sentito.

Contenta lei…

Commenti (1):
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.