Massima protezione per l’udito con iOS 14: le novità in arrivo

Nuovi riscontri che potrebbero fare la differenza per gli iPhone ed iPad compatibili con l'aggiornamento

10
CONDIVISIONI
iOS 14

Ci sono diversi elementi degni di attenzione per quanto concerne il nuovo aggiornamento iOS 14, al di là di alcuni problemi che abbiamo preso in esame pochi giorni fa sulle nostre pagine. Ad esempio, attraverso questo rilascio avremo un ulteriore contributo per quanto riguarda la salvaguardia del nostro udito, a prescindere che si disponga di un iPhone o di un iPad. Diventa fondamentale comprendere come stiano cambiando le cose, in vista della disponibilità del pacchetto software nella sua versione stabile ed ufficiale.

Cosa dobbiamo aspettarci con iOS 14 sulla questione audio

In particolare, bisogna premettere che già con iOS 13 Apple ha cercato di evitare di essere esposti ad alti livelli di suono, quando si indossano le cuffie per un lungo periodo. Insomma, chiaro l’obiettivo di anteporre la salute degli utenti in possesso di un iPhone o di un iPad, ma solo con iOS 14 avremo il vero e proprio salto di qualità sotto questo punto di vista. In particolare, la mela morsicata sta aggiungendo la possibilità di misurare il livello del volume di ciò che l’utente sta ascoltando in tempo reale.

Un esempio? Ascoltare qualcosa a 80 decibel per più di 40 ore in un periodo compreso nell’arco di una settimana aumenta il rischio di perdita dell’udito. Per sfruttare la funzione su iOS 14, dovrete accedere alle impostazioni dei vostri iPhone e iPad. Una volta selezionato il centro di controllo, dovrete scorrere verso il basso e tocca il pulsante più verde (+) accanto alla voce Ascolto. Lecito che a seconda degli auricolari utilizzati, potrebbero cambiare gli scenari.

La funzione riguardante la misurazione sul livello delle cuffie in tempo reale funziona bene con la maggior parte dei prodotti che sono disponibili sul mercato, ma occorre tener presente che a detta di Apple la misurazione è più accurata con AirPods ed altri auricolari certificati dal colosso di Cupertino. A prescindere da iOS 14.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.