Come affrontare i problemi iOS 14 con app che si chiudono? 5 passaggi

Le soluzioni fornite dallo stesso supporto Apple, indicazioni sempre utili

11
CONDIVISIONI

Tempo dei primi problemi iOS 14, quelli riscontrati da chi ha testato l’aggiornamento Apple nella sua prima versione beta disponibile anche per utenti semplici, da venerdì scorso. L’esperienza software, almeno per il momento, non sta mettendo in mostra dei bug rilevanti: eppure si stanno manifestando anche delle anomalie sostanziali come quelle relative agli arresti improvvisi delle app. Come comportarsi nei casi specifici? Qualche suggerimento in tal senso proviene direttamente dal profilo social Twitter Apple: le verifiche e i passaggi da compiere saranno essenzialmente 5.

La prima cosa da fare, nel caso in cui un app si comporti in maniera anomala, non funzionando a dovere, sarà quella di arrestarla anche forzatamente. L’operazione potrebbe già servire a migliorare le cose ad un nuovo accesso ma se ciò non bastasse, il rimedio sempre verde e anche funzionale potrebbe essere quello di riavviare il proprio iPhone.

La beta iOS 14, in quanto tale, manifesterà di certo anche nuovi bug ma via via che le versioni dell’update si faranno più prossime alla release finale, l’aggiornamento sarà decisamente più perfetto. Per questo motivo , chi partecipa al programma Apple è sempre pregato di verificare che il suo ultimo update sia quello appena rilasciato, perché gli sviluppatori provvederanno spesso a correggere gli errori.

Come ulteriore soluzione ai problemi iOS 14 con determinate app che si arrestano del tutto o non funzionano a dovere, c’è pure quella che prevede di cancellare e poi reinstallare proprio lo strumento che ha queste criticità. In effetti, l’operazione potrebbe essere utile anche per scaricare l’ultimissima versione dell’applicazione che non entra in conflitto proprio con l’aggiornamento Apple appena rilasciato.

Del tutto necessario è anche un ultimo ragionamento in caso di anomalie più o meno vistose. I problemi iOS 14, almeno quelli con determinate app, potrebbero non dipendere dall’ultima fatica Apple, semmai dallo sviluppatore che ha creato lo strumento. Sarebbe il caso dunque di contattarlo per segnalare l’incompatibilità e dunque sperare in un update risolutivo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.