Il primo manager di Vasco Rossi è morto per Coronavirus, addio a Filiberto Degani

Il Kom dice addio al suo primo manager, Filiberto Degani, scomparso per Coronavirus

24
CONDIVISIONI

Il primo manager di Vasco Rossi è morto a seguito di alcune complicanze dovute al Coronavirus, che aveva contratto nelle scorse settimane. Il Kom è già intervenuto sui suoi canali social per ricordare il primo agente che aveva creduto in lui e che l’aveva ingaggiato per primo.

“Filiberto Degani io lo ricorderò così come eravamo in questa foto bellissima. Ero arrivato al suo locale con la mia storica moto da cross, che avevo anche usato per il video di Domenica Lunatica. Una sera andai dentro al locale direttamente con la moto, Degani salì e giocammo un po’ a fare lo slalom tra i tavoli. Nessuno muore mai completamente…”.

Filiberto Degani è morto nella casa protetta di Vezzano, in provincia di Reggio Emilia, a seguito di alcune complicazioni sopraggiunte dopo la guarigione dal Covid, che ne ha compromesso il quadro clinico. L’infezione, sebbene superata, non gli ha lasciato scampo. Aveva 79 anni ma presto ne avrebbe compiuti 80.

L’ex manager di Vasco era nato a Formigine (Modena) il 28 luglio del 1940. Da proprietario della discoteca Snoopy, Degani aveva tracciato la strada di molti artisti, non solo quella di Vasco Rossi ma anche quella di Vinicio Capossela, tra gli altri. Con Degani se ne va una parte importante degli esordi di Vasco Rossi, che deve proprio a lui il suo primo ingaggio.

In quest’estate diversa, il Coronavirus ha colpito anche il mondo dei concerti con l’intera stagione annullata per impossibilità di creare assembramenti. Tutti i concerti di Vasco sono stati rimandati al 2021 e si terranno nelle medesime città che aveva proposto per il 2020.

Gli artisti sono già scesi in piazza per la tutela dei lavoratori dello spettacolo che per troppi mesi sono rimasti senza risposte. Per il momento, i grandi concerti sono fermi poiché le norme ancora in vigore non hanno permesso l’organizzazione di grandi concerti.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.