Allerta per il finto SMS Iliad con ricarica doppia: truffa in circolazione

Cerchiamo di riconoscere una probabilissima truffa che non dipende certo dalla compagnia telefonica

SMS Iliad

Ci sono diverse segnalazioni a proposito della distribuzione di un presunto SMS Iliad che promette agli utenti una ricarica doppia, a costo che il destinatario del messaggio proceda online in tempi ristretti, utilizzando il link presente all’interno della comunicazione. Insomma, a distanza di poche ore da un’altra grana per la compagnia telefonica francese, in procinto di fare i conti con una sanzione probabilmente non prevista, tocca esaminare un’altra questione per l’azienda.

Ottimi i numeri fatti registrare da Iliad in Italia da due anni a questa parte, ma come avrete notato a luglio di tanto in tanto emergono questioni che in qualche modo ne rallentano il processo di crescita. Questa volta non parliamo dei timori da parte di realtà locali a proposito dell’installazione di nuove antenne, quanto di una questione che potrebbe mettere seriamente in discussione la sicurezza dei clienti. Senza che l’operatore abbia una responsabilità diretta sull’accaduto.

Come riconoscere il falso SMS Iliad che preannuncia una truffa

In realtà riconoscere truffe di questo tipo, con tanto di falso SMS Iliad, dovrebbe essere molto semplice per gli utenti. L’operatore, infatti, non ha mai ufficializzato iniziative di marketing del genere, con la prospettiva farlocca di ricevere un credito per la propria SIM doppio rispetto all’importo pagato. In ogni caso, potete riconoscere il messaggio in questione attraverso il testo che segue: “Iliad: se ricarichi direttamente online Iliad ti regala 100% di bonus“.

Massima attenzione verso SMS Iliad, o quantomeno all’apparenza concepiti dalla compagnia telefonica transalpina, in quanto ad oggi non sono state ufficializzate iniziative di marketing come quelle che sono state descritte nel messaggio di cui si parla tanto da alcuni giorni a questa parte. Al più, se insospettiti, contattate l’assistenza dell’operatore per verificare l’autenticità di promozioni come quella raccontata oggi 15 luglio qui in Italia.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.