Chicago PD 6 mette Antonio a rischio e con lui tutta la squadra: anticipazioni episodi 14 e 21 luglio

Chicago PD 6 torna su Italia1 con ben tre episodi e tanti guai per Voight e la squadra

Nuova settimana in compagnia di Chicago PD 6 che torna nel prime time di Italia1 con ben tre episodi dopo il successo della scorsa settimana. La programmazione italiana continua mettendo prima l’accento su Malik e, la prossima settimana, anche su Antonio. Siamo ormai al giro di boa e la prossima settimana saremo alle prese con quello che negli Usa è stato il finale di metà stagione e l’inizio della seconda parte.

L’appuntamento oggi è fissato alle 21.30 con gli episodi 6, 7 e 8 dal titolo “Vero o falso”, “Questione di secondi” e “Nero o blue” in cui la moglie di un consigliere politico viene aggredita e picchiata a morte. Voight mette subito in moto la squadra per trovare il responsabile.

Ecco il promo del primo episodio in onda questa sera:

Nel secondo episodio, Atwater indaga in incognito in una moschea per delle recenti segnalazioni sulla presenza di bombe. La squadra per incastrare Kenny chiede a Malik, uno dei suoi uomini, di procurare un chilo di eroina. Ma Kenny sospetta che Malik nasconda qualcosa e lo fa uccidere.

La prossima settimana, sempre al martedì 21 luglio, andranno in onda gli episodi 9, 10 e 11 dal titolo “Dipendenze”, “Una squadra” e “Fiducia” in cui nel tentativo di salvare qualcuno vicino a lui, Antonio attraversa la linea che mette a rischio l’intera squadra. Voight e Ruzek si concentrano su come gestire le conseguenze della situazione di Antonio. Dopo la raccolta fondi per la campagna elettorale di Kelton, l’avvocato difensore Bernie Hoffman viene trovato morto. Sembrerebbe una rapina finita male.

Chicago PD 6 andrà in onda in solitaria anche questa sera perché l’appuntamento con Chicago Fire 7 è fissato per mercoledì sera su Italia1 mentre per Chicago Med non ci sono ancora notizie precise anche se il mese prossimo potrebbero esserci novità in tal senso.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.