Cesare Cremonini nella bufera: la battuta sulla donna delle pulizie moldava fa ridere solo lui e Alessandro Cattelan

Cesare Cremonini a EPCC fa infuriare tutti: ecco cosa è successo

77
CONDIVISIONI

Cesare Cremonini, ospite di E Poi C’è Cattelan, scade in una battuta infelice.

Nell’ultima puntata del programma di Alessandro Cattelan su Sky, il cantante bolognese è stato in studio per più momenti, uno dei quali ha raggiunto i social e suscitato indignazione.

Cosa ha detto Cesare Cremonini a E Poi C’è Cattelan? Cos’è che ha fatto arrabbiare tanto al punto da discuterne animatamente anche sui social? Cesare Cremonini si è lasciato andare a qualche battuta infelice sulla sua donna delle pulizie.

CREMONINI PUBBLICA UN VIDEO E METTE A TACERE LE POLEMICHE

Ha raccontata di avere una signora delle pulizie che chiama Emilia, in onore dell’Emilia-Romagna, sua terra Natale. Emilia, però, non è il nome della signora, di origini moldave. Fin qui una risata, nulla di più.

Le risate generali di Cesare Cremonini e di Alessandro Cattelan, un momento che avrebbe dovuto divertire ma che ha fatto ridere solo i due protagonisti.

Le dichiarazioni di Cesare Cremonini hanno raggiunto velocemente i social e Twitter non lo ha perdonato: maschilista, arrogante, sicuramente fuori luogo è ciò che si legge nei numerosi commenti che hanno spinto il nome di Cremonini ai vertici delle tendenze. Oggi è lui il caso di Twitter, l’argomento più cinguettato, giudicato poco rispettoso nei confronti delle donne, degli stranieri e dei lavoratori.

Siamo certi che, ovviamente, tutto ciò non fosse tra le intenzioni di Cremonini.

Le dichiarazioni di Cremonini a EPCC

“Ho pensato alla mia donna delle pulizie che si chiama Emilia. No, non è vero, non si chiama Emilia. Lei è moldava e io ho pretesto, in onore della mia terra, di chiamarla Emilia. Ognuno dovrete chiamare le persone come crede, soprattutto le persone che entrano in casa tua. Sono pagate e quindi possono far cambiare il loro nome”.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.