Hartley Sawyer fuori da The Flash: licenziato per tweet razzisti, omofobi e misogini

Un altro duro colpo per i fan di The Flash che perdono Hartley Sawyer licenziato per i suoi tweet omofobi e razzisti

111
CONDIVISIONI

Tirate su la mascella perché quello che avete letto è vero: Hartley Sawyer è fuori da The Flash. La notizia del momento è proprio questa, almeno per i fan di The Flash che stavano sognando già la prossima stagione e le nuove peripezie del loro adorato Ralph Dibny/ L’uomo allungabile, scene e combattimenti che non ci saranno visto che l’attore è stato licenziato.

Le serie continuano a rimanere in panchina ma questo non ferma i cambiamenti sconvolgenti soprattutto per il pubblico degli eroi The CW/DC che dopo aver perso Batwoman, almeno nella versione di Ruby Rose, dovranno fare i conti anche con l’assenza di Dibny alla corte del team Flash. L’attore è stato licenziato per numerosi tweet razzisti, omofobi e misogini che ha scritto prima del suo arrivo nella serie.

A darne annuncio con un lungo post è lo showrunner Eric Wallace che in una dichiarazione della rete rivela:

“Per quanto riguarda i post di Mr. Sawyer sui social media, non tolleriamo osservazioni sprezzanti che si rivolgono a qualsiasi razza, etnia, origine, genere o orientamento sessuale…Tali osservazioni sono antitetiche ai nostri valori e politiche che si sforzano e si evolvono per promuovere un ambiente sicuro, inclusivo e produttivo per la nostra forza lavoro”.

L’arringa di Wallace è andata oltre poi su Twitter dove ha ammesso che i post di Sawyer gli hanno spezzato il cuore perché siamo in un momento in cui si urla lo stop alle violenze, specie quando esse sono rivolte alle minoranze. Tra i tweet finiti sotto accusa, molti erano rivolti alle donne (a cui si dovrebbe impedire di votare o che dovrebbero essere usate solo per alcune cose), insulti contro le persone di colore e a sfondo omofobo.

Hartley Sawyer si era già scusato nei giorni scorsi ammettendo che le sue parole hanno avuto conseguenze profonde e quelle sembrano essere sfociate proprio nel suo licenziamento arrivato una settimana dopo le sue scuse: “Devo a tutti loro delle scuse. E devo a ciascuno di voi delle scuse… voglio essere molto chiaro: questo non riflette ciò che penso o chi sono adesso, anni fa, grazie ad amici ed esperienze che mi hanno aiutato ad aprire gli occhi, ho iniziato il mio viaggio per diventare un adulto più responsabile… ho ancora molto lavoro da fare“.

La serie dovrebbe tornare all’inizio del 2021 in onda negli Usa ma nelle prossime settimane il cast dovrebbe essere sul set, cosa si studierà adesso per permettere l’uscita di scena di Ralph Dibny?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.