Taylor Swift attacca Donald Trump: “A novembre sarai fuori”

Taylor Swift risponde al tweet della Casa Bianca in cui si minaccia l'intervento dei militari contro i manifestanti

Taylor Swift attacca Donald Trump e lo fa con un tweet al vetriolo in cui il presidente statunitense è di nuovo oggetto del suo dissenso. In passato, infatti, la popstar lo aveva già accusato di non essere a conoscenza del concetto di democrazia, ma l’episodio dell’afroamericano morto dopo che un agente lo ha soffocato premendogli un ginocchio sul collo ha fatto di nuovo incendiare la voce di Lover.

L’inquilino della Casa Bianca, all’account ufficiale della White House, aveva infatti risposto alle proteste con parole che sottilmente giustificano la violenza della polizia contro il popolo afroamericano: “Quando iniziano i saccheggi si inizia a sparare”. Nel contesto, Trump ha sminuito la rabbia dei manifestanti rendendosi bersaglio di segnalazioni di massa. Il tweet della Casa Bianca, infatti, è stato segnalato come violento e dunque rimosso.

Taylor Swift attacca Donald Trump, quindi, per rispondere a quel tweet rimosso dalla piattaforma ma non dalle coscienze:

“Dopo aver alimentato il fuoco della supremazia bianca e del razzismo per tutta la sua presidenza, ha il coraggio di fingere superiorità morale e minacciare violenza? A novembre sarai fuori.

Il riferimento è ovviamente alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti che si terranno il 3 novembre 2020 e che vedono il repubblicano Donald Trump contro il democratico Joe Biden, ed è chiara la scelta che farà Taylor Swift.

Il dissenso verso la violenza, questa mattina, è arrivato anche dal rocker italiano Vasco Rossi e più in generale da tanti artisti – Piero Pelù compreso – per condannare duramente la barbarie che da troppo tempo viene perpetrata al popolo afroamericano.

Per Taylor Swift, quindi, questa è una nuova occasione per esprimere tutto il suo dissenso e disprezzo verso l’inquilino della Casa Bianca, che negli anni ha ricevuto attacchi anche da Bruce Springsteen, Tom Morello e tanti altri esponenti autorevoli del mondo del rock, senza escludere Oli Sykes dei Bring Me The Horizon e Cardi B.

Tra i commenti al tweet in cui Taylor Swift attacca Donald Trump non mancano pubblicità elettorali a Joe Biden, ma soprattutto estimatori del presidente in carica che la invitano a tacere.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.