Anche i vecchi Huawei e Honor riceveranno servizi proprietari del produttore

Alcune questioni specifiche da trattare oggi 29 aprile per quei modelli commercializzati prima del 2020

30
CONDIVISIONI
Huawei

Giungono in queste ore alcune novità importanti per gli utenti che sono in possesso di smartphone Huawei e Honor più datati e che, di riflesso, hanno subito poco l’impatto relativo ad alcuni blocchi imposti lo scorso anno dagli Stati Uniti. Mentre quelli più evoluti dal punto di vista hardware si apprestano a ricevere l’aggiornamento con EMUI 10.1, come avrete notato nuovamente con il nostro articolo di ieri, allo stesso tempo è importante non tralasciare quelli meno recenti. Vediamo dunque come stanno le cose oggi 29 aprile.

Nuovi aggiornamenti in vista per vecchi Huawei e Honor

Alcuni dettagli in merito sono arrivati proprio in queste ore da Huawei Central, secondo cui l’idea del produttore asiatico sarebbe quella di rendere disponibili alcuni servizi proprietari anche a questi smartphone più vecchi. Insomma, a differenza di altre circostanze, come nel caso dei più recenti Huawei Mate 30, non si tratta di un atto indispensabile, ma di una sorta di alternativa aggiuntiva per assicurare una migliore esperienza di utilizzo al pubblico Huawei e Honor che sarà coinvolto in questo processo.

Basti pensare a servizi come Huawei Assistant, Browser e Smart Charging. Al momento, come riportato anche dalla fonte che ho menzionato in precedenza, non abbiamo informazioni specifiche in merito all’elenco esatto dei dispositivi che risulteranno idonei con questo programma specifico e per certi versi inaspettati, ma la questione sappiamo già che riguarderà i dispositivi dotati di entrambi i sistemi operativi EMUI 9.1 e EMUI 10.

Ne sapremo di più solo nel corso delle prossime settimane, ma di sicuro da oggi sappiamo che anche modelli più “anziani” concepiti da Huawei e Honor potranno testare tra non molto servizi proprietari pensati dal colosso cinese. Fateci sapere di volta in volta quanto riceverete servizi di questo tipo, in modo da inquadrare sempre al meglio la vicenda.

Segui gli aggiornamenti della sezione Huawei sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.