Rinviato il tour europeo di Céline Dion, slitta la data di Lucca: nuovo calendario e biglietti

Il tour di Céline Dion è rinviato, insieme alla data del 25 luglio al Lucca Summer Festival

9
CONDIVISIONI

Il tour europeo di Céline Dion è stato rinviato. Com’era prevedibile, salta anche la data di Lucca del 25 luglio, per la quale erano in vendita i biglietti. Per il momento, non è noto il nuovo calendario – che sarà comunicato a breve – mentre i biglietti acquistati rimarranno validi per la nuova data che sarà stabilita.

Céline Dion annuncia il rinvio del tour

“I miei pensieri e le mie preghiere vanno a tutti coloro che hanno perso i loro cari e hanno sofferto così tanto durante questa devastante pandemia di Coronavirus. So che ognuno sta soffrendo per adattarsi a queste impegnative circostanze non sapendo quando le cose torneranno alla normalità. Ne verremo fuori, speriamo al più presto. Nel frattempo voglio esprimere la mia ammirazione per tutto il personale sanitario, i soccorritori e tutte le persone coraggiose che stanno facendo tutto il possibile per prendersi cura di noi durante questo periodo così difficile. Mi auguro che arrivino presto i giorni in cui potremo di nuovo condividere la gioia di cantare e ballare insieme. Per adesso la salute e la sicurezza sono la prima priorità per tutti noi, ma non vedo l’ora di tornare sul palco ed essere di nuovo con voi”.

La tranche europea del Courage World Tour è completamente rinviata, compresa quella del 25 luglio in programma al Lucca Summer Festival. La decisione sembrava ormai inevitabile, visto il perdurare dell’emergenza sanitaria, sia in Italia che nel resto dell’Europa. I 34 show della leg continentale saranno riprogrammati in un nuovo calendario.

Si attendono notizie sulle sorti del Lucca Summer Festival

Sui concerti del Lucca Summer Festival vige ancora l’incertezza più totale. Il Festival non è stato annullato, ma non è escluso che ognuno degli artisti possa decidere di rimandare il proprio concerto, com’è accaduto nel caso di Céline Dion. Tutte le novità saranno comunicate a breve, non appena ci saranno maggiori indicazioni da parte del Governo.

Il futuro dei concerti in Italia

Ancora troppo poco si conosce sul futuro dei concerti in Italia. La Fase 1 dovrebbe terminare il 4 maggio, ma le decisioni sul comparto della musica live sono ancora piuttosto incerte. I live di maggio sono stati rimandati, mentre rimangono in piedi quelli dei mesi successivi che – secondo indiscrezioni – potrebbero slittare al 2021. Si attende la sorte, in particolare, dei concerti negli stadi, per i quali ha chiesto informazioni anche Tiziano Ferro in persona, nel corso di una delle recenti ospitate in collegamento a Che Tempo Che Fa.

Le possibilità sul tavolo sono parecchie, compresa quella dell’allestimento di un drive in per assistere ai concerti dal vivo. L’ipotesi non è però piaciuta ai più poiché tanto assurda quanto impraticabile, mentre sembra a tutt’oggi impossibile programmare un futuro certo per i concerti dal vivo, tra i più i più colpiti dal lockdown necessario al contenimento del contagio da Coronavirus.

Si prospetta un 2020 completamente in silenzio, per la musica dal vivo, che potrebbe tornare nel 2021, quando l’emergenza sanitaria sarà – auspicabilmente – rientrata. I concerti in programma per il 2021 saranno invece rinviati al 2022. Ogni decisione attende di essere resa ufficiale.

Commenti (2):
Sally

A me dispiace che il concerto è rimandato, perchè non vedevo l’ora di vedere la mia cantante preferita. Ma capisco anche che la salute viene prima di ogni cosa. Quindi rimane tutto comè fino alla prossima data. Che spero che sia il prossimo anno, e che trovino presto un vaccino. Perchè adesso dobbiamo superare questa brutta fase. Questa e la mia opinione grazie.

annag

comprensibile…sensato ma i biglietti vanno rimborsati e non solo messi in attesa al 2021.
in un anno, le condizioni di chi ha comprato il biglietto cambiano. e non si parla di 30euro a biglietto…quindi, bene essere solidali e comprensivi ma verso il proprio portafoglio, anche.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.