Problema dello schermo verde su Samsung Galaxy S20 in risoluzione con aggiornamento

Si parte con la distribuzione in Germania, presto anche nel nostro paese

Finalmente il problema dello schermo verde sul Samsung Galaxy S20 si appresta ad essere solo un lontano ricordo. In particolar modo, il bug venuto fuori i primi giorni di aprile con la patch di sicurezza del corrente mese sarebbe in via di risoluzione proprio con un nuovo aggiornamento appena lanciato dagli sviluppatori.

Come riporta l’autorevole fonte SamMobile, un nuovo aggiornamento sarebbe appunto in distribuzione in prima battuta nella sola Germania che da sempre fa da apripista, almeno in Europa, a nuovi update. La versione firmware del nuovo pacchetto è siglata come la G98xBXXU1ATD3. Non ci sono particolari dubbi sul fatto che, dal confine tedesco, la stessa soluzione giunga presto anche nel resto del vecchio continente e dunque anche in Italia, magari nel giro di qualche ora o al massimo qualche giorno.

Cosa corregge più esattamente l’aggiornamento nuovo di zecca sugli attuali top di gamma? Da almeno un paio di settimane i primi acquirenti hanno testimoniato la comparsa dello schermo verde su Samsung Galaxy S20 in varie occasioni: nel momento in cui il dispositivo era impostato su bassi livelli di luminosità, al passaggio pure della frequenza di aggiornamento da 120Hz a 60Hz, con livelli di carica residuale molto bassi e infine nel caso di utilizzo di app che non supportano la frequenza 120Hz (come Camera e Google Maps).

L’update appena lanciato dovrebbe appunto provvedere ad eliminare il fastidioso effetto verdognolo sugli attuali top di gamma della serie e dunque su tutti e tre i modelli Galaxy S20, Galaxy S20 Plus e GAalaxy S20 Ultra ma va attesa pure la distribuzione capillare del pacchetto per averne conferma assoluta. Nell’attesa, la presenza dell’aggiornamento potrà essere verificata in maniera manuale attraverso le impostazione del telefono. Ad ogni modo, la notifica del rilascio non dovrebbe tardare neanche via OTA, con notifica apposita per gli utenti in possesso di una delle ammiraglie attuali.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.