Delusione con la patch di marzo per Honor 10: aggiornamento 174 senza VoWiFi

Occorre concentrarsi su una nuova patch che potrebbe risultare utile almeno in termini di sicurezza

3
CONDIVISIONI
Honor 10

Ci sono le prime informazioni da prendere seriamente in considerazione per quanto riguarda il cosiddetto Honor 10 ed il rilascio del nuovo aggiornamento di marzo. Si tratta della patch 174, sulla carta differente rispetto a quella che abbiamo trattato sulle nostre pagine non molto tempo fa e che non conterrà una delle funzioni più attese del pubblico. La speranza di tanti utenti, infatti, era che a margine della presentazione dei nuovi Honor 30 ci potesse essere una svolta software anche con il modello commercializzato due anni fa.

I primi dettagli sulla patch 174 per Honor 10

Alcune informazioni più specifiche su questa nuova patch per Honor 10 sono arrivate direttamente da una fonte come Huawei Central. In particolare, il sito in questione ci dice che il produttore asiatico in queste settimane stia distribuendo per i suoi device un nuovo aggiornamento e, al suo interno, abbiamo anche le chiamate VoWiFi. Per chi non lo sapesse, si tratta di un plus che consente agli utenti di chiamare attraverso una rete WiFi. Plus, questo, che come si può facilmente immaginare diventa ancora più importante in un periodo storico particolare come questo.

Parlando di VoWiFi, però, sta venendo a galla il fatto che Honor 10 stia acquisendo un nuovo pacchetto software con patch per la sicurezza di marzo 2020, ma a quanto pare il log delle modifiche non contiene la funzione VoWiFi. Resta il fatto che l’upgrade sia fondamentale per questo smartphone, considerando il fatto che siano state risolte due vulnerabilità critiche ed altre venti che sono state etichettate come “prioritarie”. Insomma, almeno in termini di sicurezza conviene procedere con il download appena il pacchetto software sarà disponibile via OTA.

Staremo a vedere quali saranno i feedback da parte degli utenti italiani appena il tanto atteso aggiornamento di marzo metterà piede nel nostro Paese, via OTA, a bordo dei tanto chiacchierati Honor 10.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.