Riportiamo i servizi Google su Huawei e Honor in due minuti con un’app alternativa

Dritte utili per affrontare al meglio quello che per diversi utenti è un vero e proprio problema

30
CONDIVISIONI
Huawei

Da settimane, ormai, gli utenti che hanno deciso di entrare in possesso di un nuovo smartphone Huawei o Honor devono fare i conti con l’addio ai cosiddetti Google Service. Le contromisure non sono tardate, al punto che lo stesso produttore asiatico ha messo a disposizione del pubblico uno strumento “fatto in casa” nel tentativo di limitare il più possibile il disagio degli utenti. Non è un caso che poche settimane fa sulle nostre pagine abbiamo trattato anche un aggiornamento assicurato dal brand cinese per la piattaforma focalizzata sugli stessi Huawei Service.

Come riportare i Google Service su Huawei e Honor

Nel caso in cui vi stiate chiedendo cosa fare per riportare su smartphone Huawei e Honor i tanto discussi Google Service, allora vi farà piacere sapere che da oggi 26 febbraio una strada alternativa c’è. L’app che dovete assumere come punto di riferimento si chiama Chat Partner ed il suo download avviene in pochi secondi tramite l’apposita pagina. In questo modo potrete scaricare i classici servizi previsti da Google in pochi istanti.

Anche la loro gestione, successivamente, sarà estremamente semplice sui vostri device Huawei e Honor. Insomma, una soluzione che potrete sicuramente prendere in considerazione, nel caso cui i cosiddetti Huawei Mobile Service non abbiano soddisfatto le vostre aspettative e garantendo un minimo di scelta anche al pubblico italiano in questo particolare contesto con Android.

Qualora vogliate ottenere maggiori informazioni sul percorso da seguire per sfruttare al massimo l’app descritta oggi, indispensabile affinché si possano riportare i Google Service a bordo degli smartphone Huawei e Honor attualmente sprovvisti, il consiglio è di seguire tutte le dritte riportate nel video che segue. Dopo aver testato l’iter descritto, posso assicurarvi che l’operazione è alla portata anche degli utenti meno esperti di queste dinamiche.

Segui gli aggiornamenti della sezione Huawei sui nostri gruppi:

Commenti (1):
Fabio

Un ottimo metodo alternativo però molto rischioso, a detta di Google le pratiche di sideload sono molto rischiose a maggior ragione senza il GPP (Google Play Protect)

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.