Confermata la migliore rete mobile d’Italia: tutti i risultati di Vodafone, TIM, Iliad e Wind Tre

I test su territorio italiano stabiliscono, come un anno fa, il primato di un operatore su tutti

36
CONDIVISIONI

Oggi 27 gennaio sono stati resi noti i risultati dell’indagine nPerf sullla migliore rete mobile italiana. Come da anni oramai, la società attraverso la sua piattaforma di test, ha stabilito quale operatore tra Vodafone, TIM, Iliad e Wind Tre offre il suo servizio migliore in assoluto. Naturalmente il report odierno non può che fare riferimento al 2019 e la situazione fotografata è di certo quella ora in vigore anche all’alba di questo 2020.

Chi ha la rete mobile migliore in assoluto?

La risposta alla domanda /titolo di questo paragrafo include la riconferma della buona qualità del servizio offerto da Vodafone. Il podio assoluto scaturito dai test nPerf prevede, ancora una volta, la posizione in vetta per l’operatore rosso. Il distacco rispetto al suo avversario più temibile TIM tuttavia, per quest’anno, si fa più ridotta. Il punteggio di 74.027 del vincitore della graduatoria ora messa in evidenza non è poi così distantedal risultato di 71.463 di TIM. Lontani anni luce, al contrario, ci sono gli inseguitori Wind Tre e ancor più Iliad: questi ultimi due protagonisti dell’offerta mobile italiana non superano (rispettivamente) i 60781 e 56712 punti.

Il risultato appena riportato è quello definitivo e totale per ogni operatore: sarà interessante, tuttavia, sottolineare alcuni aspetti salienti del report di nPerf, riferiti a determinati servizi offerti dai vettori: ad esempio quello di download e upload, streaming video e ancora i dati sulla latenza per ognuno dei vettori menzionati.

Migliore rete mobile per download e upload

Chi offre la maggiore velocità di download e upload dei dati tra Vodafone, TIM, Iliad e Wind Tre? Le differenze più salienti tra i 4 operatori vengono fuori soprattutto in fase di download. La parte del leone la fa Vodafone che assicura fino a 36,10 Mb/s ai suoi clienti. Il diretto inseguitore TIM è distanziato di quasi 7 punti con un calore massimo di 29,70 Mb/S. Si registra un valore non dissimile per Wind Tre e Iliad sui 20 Mb/s.

Come già preannunciato, per la velocità di upload Vodafone mostra meno i denti. I suoi 12.47 Mb/s non differiscono molto dagli 11.79 di TIM ma moltissimo dai circa 10 dei restanti due rivali.

Dato cruciale: la latenza di Iliad e Wind Tre non ha paragoni

Prima di continuare a dettagliare ancora il report di nPerf sulla migliore rete mobile d’Italia, bisogna concentrarsi sul significato di latenza, almeno per chi non lo conosce. Questo è l’intervallo di tempo che passa tra quando viene inviato un input da uno smartphone al suo output, ad esempio come la digitazione di un’indirizzo web e la sua reale visualizzazione a schermo dopo il caricamento. Gli operatori con un valore di latenza inferiore sono quelli migliori, ossia quei vettori per i quali la risposta ad un comando di navigazione è immediata o quasi. Al contrario, chi ha problemi, totalizza punteggi più elevati e non certo lusinghieri.

Alla luce della spiegazione appena fornita, il primato di Vodafone viene nuovamente confermato. L’operatore rosso ha il tempo di latenza inferiore, quasi simile pure a quello di TIM, ossia poco al di sotto di 47 ms. I nodi al pettine vengono invece per Wind Tre (oltre i 79 ms e soprattutto per iIliad (al di sopra degli 84 ms).

Prestazioni di navigazione e streaming video

Per concludere l’analisi dello studio nPerf bisogna soffermarsi sulle performance di navigazione con i 4 operatori italiani, calcolate sulla base degli incrementi di velocità di connessione dal primo gennaio 2019 al 31 dicembre 2019. Qui c’è una piccola sorpresa, con TIM superiore a Vodafone. anche se di pochissimo, come visibile nel grafico a seguire.

Ultimissima analisi del migliore rete mobile italiana relativa alle prestazioni di streaming. Anche in questo caso TIM fa leggermente meglio di Vodafone. Tuttavia anche TIM e Wind, sotto questo aspetto, non sono distanti dai concorrenti.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.