È impensabile che un trapper come Cally venga fatto salire sul palco di Sanremo

Inserito da Amadeus nel novero dei “big”, ha un profilo discutibile, essendosi guadagnato la visibilità con produzioni musicali da far accapponare la pelle. Il Festival gli darà rilievo e consacrazione

85455
CONDIVISIONI

Prima di approdare all’Ariston per condurre il Festival di Sanremo, Amadeus si è cimentato con successo come conduttore de “I Soliti Ignoti”, il gioco televisivo che mette alla prova pubblico e concorrenti nell’indovinare il mestiere di una serie di personaggi misteriosi. Visti i nomi selezionati come “big” per il Festival di Sanremo, in gran parte sconosciuti, si potrebbe fare dell’ironia pensando che il Festival sia stato contagiato dal quiz televisivo finendo per presentare una sorta di “soliti ignoti” della canzone, che spetterà al pubblico scoprire, come succede con la sorpresa nell’uovo di Pasqua. Avendo la missione di fare ascolti ad ogni costo, Amadeus ha finito per attingere al mondo del “trash” che spopola in rete, e che catalizza ormai la gran parte di quel pubblico giovanile che nella frenesia dei “post”, dei “like” e delle condivisioni genera i grandi numeri e domina il mercato. Poco importa la cifra artistica, l’originalità e lo spessore culturale di alcuni artisti pescati nella rete, perché quello che conta è la mole dei contatti che riescono a totalizzare e il business che ne deriva. Pazienza se il Festival diventa una vetrina degli “ignoti” e se – come accade con l’uovo di Pasqua – la sorpresa può risultare luccicante o tristissima, perché Sanremo, il più solenne tra gli eventi dedicati alla canzone italiana, al suo settantesimo compleanno, deve scendere a patti con fenomeni musicali fuori controllo, spinti da dinamiche “social” esasperate, terreno fertile per affaristi e opportunisti di vario genere. Purtroppo, nella frenesia di inglobare questo pezzo cospicuo del mercato musicale, nell’ingenuità di giudicare i concorrenti sulla base del traffico “social” che riescono ad attivare più che sul loro background artistico, si rischiano errori gravi. Il cantante Junior Cally, direttamente assunto da Amadeus nel novero dei “big” di Sanremo, ha un profilo discutibile, essendosi guadagnato la visibilità con produzioni musicali da far accapponare la pelle. Al di là del linguaggio che ne caratterizza i testi (dove secondo la migliore tradizione trap-sh abbondano “cazzi” e “ troie”), Cally si è distinto per un video musicale nel quale se la prende con una donna che, legata mani e piedi ad una sedia e con una busta di plastica in testa, si divincola invano per cercare di liberarsi. Il testo dice fra l’altro: “Lei si chiama Gioia, ma beve e poi ingoia. Balla mezza nuda, dopo te la da’. Si chiama Gioia perché fa la troia. Si per la gioia di mamma e papà. Questa frate’ non sa cosa dice. Porca troia quanto cazzo chiacchiera? L’ho ammazzata, le ho strappato la borsa. C’ho rivestito la maschera. (…)”. La sua produzione è un fiorire di volgarità e di provocazioni come quando dice: “Fanculo lo Stato, fanculo l’Italia, fanculo ogni membro della polizia”, o quando dice “Stupro mia nonna (fra’) nel bosco, nella vagina un poster di Bosca”, oppure “Metti da bere bro’ dentro i bicchieri. Ce la beviamo molto volentieri. Ma dopo uccidiamo ‘sti carabinieri, e si ci scopiamo Giusi Ferreri”.

Le visualizzazioni sono moltissime e questo deve essere sembrato un motivo sufficiente per premiare Junior Cally con un posto a Sanremo, come dire che se la violenza contro le donne rende dal punto di vista social allora deve essere in qualche modo accettata e legittimata. Complimenti ! Un trapper che ha il background di Cally (e non è il solo) non dovrebbe partecipare al Festival e ottenere la consacrazione che da questo deriva. Almeno due cose Amadeus, e lo staff che lo affianca nelle selezioni, non hanno considerato. In primo luogo, il fatto che la televisione pubblica è tale proprio per esprimere una coralità di interessi e una condivisione di valori.
Il motivo per cui la Rai richiede a tutti gli utenti il pagamento di un canone (se fossi genitore di una ragazza vittima di violenza smetterei istantaneamente di pagarlo), il motivo per il quale il Consiglio d’Amministrazione di viale Mazzini viene nominato sulla base di una negoziazione politica, e per il quale un’apposita Commissione di vigilanza viene istituita in sede parlamentare, è proprio la necessità di salvaguardare un interesse collettivo ed evitare che logiche esclusivamente economiche o di parte possano impadronirsi del mezzo e farne un uso dannoso.

In secondo luogo, il fatto che la responsabilità legata all’uso di un mezzo di comunicazione cambia in base all’importanza del mezzo stesso. Se faccio sproloqui demenziali su una piccola emittente privata è meno grave di quanto lo sarebbe su una rete nazionale, perché la rete nazionale impatta su un pubblico molto più vasto, ha maggiore influenza, si suppone abbia maggiore autorevolezza. Se porto al Festival di Sanremo un maschilista esaltato di fatto lo sto legittimando perché – indipendentemente dal brano che porta – accendo un riflettore sulla sua esistenza artistica e sulla sua produzione.

Negli spot televisivi che promuovono il festival, continuamente in onda in questi giorni, si gioca sull’immagine di un Amadeus bambino e poi ragazzo, appassionato del Festival e pronto a cantare a squarciagola le canzoni in gara. C’è del vero in questo, perché il Festival entra in tutte le case e viene effettivamente seguito anche da bambini e ragazzi. La differenza che Amadeus non sembra aver colto è che i modelli sanremesi della sua giovinezza erano Nada, Ramazzotti e i Ricchi e Poveri… quelli di Sanremo 2020 sono quelli di un invasato con la maschera che qualsiasi bambino può impattare entrando in rete, e il fatto è di una gravità enorme. Sanremo non ha limiti di età, da quest’anno bisognerebbe cominciare a metterli. O forse cambiare tendenza, da subito, e mandare un segnale forte, piuttosto che difendere posizioni indifendibili.

Commenti (63):
Rebecca

Può aver tutte le ragioni che vuole, il cantante, e girarla come vuole ma i testi sono vomitevolino, uno schifo

Junior caly

se non capite la musica non parlate sapete solo parlare alle spalle e comunque io me la tolgo la maschera e i significati della mia musica è incapita da voi probabiòmente

    Lume62

    Il significato della tua “musica” è capito benissimo ed è proprio x questo che siamo indignati e disturbati che qst tua “musica” venga accettata ad un festival della canzone italiana che dovrebbe ospitare la VERA MUSICA ITALIANA!
    A mio parere chi scrive musica così forte di rabbia e volgarità ha bisogno di aiuto perché non deve stare bene dentro…nell anima…
    Invece cosa fanno? Approvano e proclamano qst “musica” seminando altro seme malato negli animi di altri migliaia di giovani!
    Apriamo gli occhi del cuore e non quelli dell avidità della fama , successo e denaro!
    Giovani e non, se avete un vuoto nell anima non lo riempite con rabbia e volgarità perché vi porterà alla totale infelicità! Riempitelo con l’Amore di Dio, di Gesù perché solo così la nostra vita acquisterà il suo vero senso!😞è molto triste vedere i nostri giovani morire..dentro!

Sonia

È veramente uno schifo che facciano salire sul palco della canzone italiana uno meschino e volgare come questo individuo.Da Amadeus a tutti gli organizzatori e allo stato assente che si vergognassero.

ELENA

questo tizio (non merita di essere chiamato per nome) non deve cantare questa merda di canzone!!! NON DEVE!! SONO TUTTI RESPONSABILI, IN PRIMIS I DISCOGRAFICI CHE PERMETTONO DI FAR ASCOLTARE UNA CANZONE CON QUEL CONTENUTO ORRIPILANTE!! QUESTO DEV’ESSERE ELIMINATO!!! VUOI CANTARE? BENE, SCEGLI PAROLE ADEGUATE ALTRIMENTI NON CANTI. QUESTO DEV’ESSERE FATTO. E AMADEUS ESSENDO STATO SCELTO COME DIRETTORE ARTISTICO DOVEVA TIRARE FUORI LE PALLE, PUò ANCORA FARLO, E RIFIUTARSI DI SCEGLIERE UN SOGGETTO DEL GENERE, CHE LANCIA MESSAGGI ORRIPILANTI AI GIOVANI !!! AMADEUS TIRA FUORI LE PALLEEEEEEE!!! LO SO BENE CHE AVRA’PRESSIONI DIETRO, MA QUESTO TIZIO NON PUO’ CANTARE! NON DEVE CANTARE!!! MA STIAMO SCHERZANDO!! FACCIAMO QUALCOSA RED RONNY, FACCIAMO QUALCOSA SUBITO TI PREGO.

Piero P.

…oddio…Eminem….Tiziano Ferrrrooooo Aviciiiiiiiiiiiiiiiiiiii….sedicenne immaturo ed inesistente, sapientuccolo, sai solo scrivere guardando (nemmeno osservando) la buccia di un frutto succoso, delizioso, inebriante come è la Musica…quella vera, costruita da chi la sa costruire….non da chi fa i castelli di sabbia sulla spiaggia e per questo si autodefinisce costruttore, impresario edìle….ed anche se ci sono MILIOOONIIIIIIII di affascinati creduloni tali rimangono a guazzare nel brodo insulso, insapido, insipido, tiepido e rivoltante della loro, anzi vostra, arrogante IGNORANZA musicale….Guardate “Amici” pensando sia il futuro avvenire per la vostra esistenza….Non vi do consigli…non sapreste che farne….

Giò

Se si ospitano esemplari del genere, questo festival non è più degno di questo nome ‘Sanremo’. Povera Italia, stiamo cadendo veramente molto in basso.

Gioira letizia

Basta non guardarlo san remo. Ormai è anni che non lo guardo più, non fa piu parte della mia personalità e della mia passata giovinezza. La gioventu di oggi è uno schiaffo alla nostra era, dove c’era rispetto e sensibilità verso il prossimo. Oggi invece è cosi. Pazienza! Vorrà dire che ricorderemo i nostri tempi con nostalgia

    Sofia

    Non è sufficiente non guardare San Remo….perché i nostri figli capiranno che è giusto ciò che dice questo elemento e l ‘istigazione alla violenza nei suoi cosiddetti ‘testi’che fa e saranno sicuramente tentati di imitare questa orrenda persona..e poi ci lamentiamo se i nostri figli non hanno rispetto, bevono, violentano, rubano, si drogano???Un ceffi del genere va a San Remo? Bene….agiamo come lui. Lo stato, il buon senso, dove sta? Amadeus non deve condurre assolutamente il festival bisogna scegliere una persona con più cervello…..capito?????

    Chiara Orlandini

    Sono veramente indignata, come donna, come madre, come utente Rai che paga il canone, che venga permesso ad un “artista” che incita alla violenza sulle donne di partecipare a Sanremo.
    La mia polemica va oltre la politica, oltre la musica e la libertà di espressione artistica. Va ben oltre la libertà di opinione, perché quando si passa il limite e si degenera nella violenza da ogni parte e in ogni modo si deve rispondere con decisione. La violenza sulle donne è un problema, richiede la massima attenzione e dobbiamo essere solidali e opporci con fermezza.
    Non si può vacillare.
    Perché mettere sulla vetrina dell’Ariston, visibile da milioni di persone in tutto il mondo, visibile anche da bambini e ragazzini, un personaggio che incita alla violenza sulle donne? Adesso sceglie di presentare un brano più neutrale? Quindi non vale? Ma quei ragazzini che già lo conoscono e sanno a memoria i testi delle sue canzoni e se lo trovano in TV, approvato ed applaudito da tutti, quale messaggio ricevono?
    Mi viene quasi il sospetto che tutta questa situazione sia più una mossa scandalistica per aumentare l’audience e far parlare. E questo sarebbe gravissimo! Vergognoso!
    Se a una manifestazione come Sanremo servono dei trucchetti del genere siamo veramente caduti in basso.
    Quello che mi auguro, se veramente permetterete a Junior Cally di salire su quel palcoscenico, è che l’audience la faccia l’intera platea dell’Ariston alzandosi in piedi e voltandosi di spalle nel momento in cui quel cantante inizierà a cantare.

    Ho scritto questo messaggio al Presidente della RAI e ho intenzione di farlo girare parecchio: aiutatemi!

    trishel60

    hai ragione non si guarda sanremo e tutte quelle persone che hanno comprato il biglietto per vedere dalle poltrone dell Ariston, dovrebbero(soprattutto le donne) uscire e rientrare solo quando quel disagiato esce

Ezio57

Il testo di giugno calli, quello che lui presenta a Sanremo, è un testo politico. Parla di Salvini, di Renzi, di razzismo e anche del Papete. Si vede che organizzatore non voleva perdere questa grande occasione di generare una bella polemica dopo la sua esibizione

RobyFOREVER

A parte il fatto che tutti quesri rapper sono IDENTICI nella forma e spesso anche nei contenuti… Usano programmi per modulare la voce e anche quelli stonati possono incidere un disco…. Ma la CANZONE ITALIANA… DOVE STA ANDANDO???? Vogliamo premiare gli artisti o l’uomo mascherato? Parliamo di un palco d’onore o di una buffonata pubblica? Si cerca audience o qualità? Vogliamo finalmente fare una cosa SANA e cambiare canale? Solo così possiamo ottenere ascolto come pubblico! Dobbiamo essere più esigenti, perché paghiamo un biglietto per la tv pubblica….

Gino

Mi dispiace che i nostri nipoti dovranno.raccogliere i cocci a causa dei danni fatti da questa gente senza timore di Dio. e poi facciamo i meravigliati perché la società va male…..questi sarànno i genitori di domani…….

Paola Fedele Germanà

Intanto giù la maschera… chi fa rapine e chi è un vigliacco si nasconde , non mostra la faccia . Cosa si può fare? Chi ha i suoi Principi morali e le sue forme d’esisistere civile e sociale ,legate alla eleganza del dire è fare civile e sociale , ( che in una comunità si deve rispettare)s
può non guardare Sanremo! Non credo Amedeus possa decidere il tutto…così come il Papa o il Presidente della
Repubblica.Comunque ,e questa è storia , una civiltà cade per corruzione dei costumi…

Raffaelefant

Presumo che al festival, il Cally proporrà un testo composto, senza trascendere, vorrà trovare un trampolino di lancio per farsi notare. Poi se è stato ammesso un testo di merda come “strega” allora che possano tirargli pietre, non pomodori

    Erich78

    Basta non guardare Sanremo e non favorire questi parassiti opportunisti che si spacciano per artisti. Ma se hanno migliaia, anzi milioni di followers vuol dire che meritiamo l’estinzione…

Meraviglia

… che dire! Esiste altro oltre l’audience caro Amadeus. Forse sei mal consigliato, ma la faccia e’ la tua.

Anna

Dopo Achille Lauro si continua a scendere sempre più in basso….è allucinante che il FESTIVAL DI SANREMO entri a far parte della categoria TV SPAZZATURA!!!!

blueintheface

Mi spiace leggere certi commenti perbenisti da un’artista come la Di Michele. Credo che sia colpa della profonda assenza dal mondo di certi artisti come lei che sembra vivano su un pianeta lontano dalla terra. Criticare fenomeni che non si comprendono è un atto di arroganza, di mancanza di umiltà e di ingiustificabile ignoranza. Ogni effetto è prodotto da una precisa causa e quello che ci dovremmo veramente domandare è se ne siamo responsabili. Ma sembra troppo difficile per chi preferisce vivere nella zona confort invece di fare autocritica. Molto più facile riempire le pagine con luoghi comuni. Qualsiasi figlio dei fiori che sia rimasto tale, capirebbe che questo fenomeno è l’identico tentativo che lo ha preceduto (68) e che come questo è stato a suo tempo criticato. Io dopo aver ascoltato queste canzoni mi sono azzittito ed ho cominciato a pensare. Spero che sul resto degli ascoltatori a sanremo e sulla TV abbia lo stesso effetto: lo spero per la loro salute mentale, lo spero per quelli che credono in un mondo migliore. Triste sarebbe preferire “che tempo che fa” alla cruda verità del mondo reale. meditate gente, meditate…..

    M

    Ti devi far curare dal migliore psichiatra,non parlare del 68 che non conosci,il 68 era contro quella società,lui è l’esatta rappresentazione di questa società

      trishel60

      magari tutte quelle donne che hanno visto violentare , abusare , torturare e anche uccidere le loro figlie non gliene importa nulla che questo può essere il mondo reale e devono rivivere a causa di un sociale assente e di uno Stato assente il loro incubo. io sono una docente e, ti assicuro che questo è un reale che appartiene a giovani turbati e che avrebbero bisogno di aiuto, fermo restando che , a mio avviso, sono solo pedine nelle mani di manager e magnate della discografia. il mondo reale è , per fortuna composto da giovani sani che studiano, lavorano e si impegnano ogni giorno per migliorare il loro futuro. Che sanno amare la propria donna ed accettare che un amore può anche finire, sebbene provando dolore. se poi vogliamo contaminare i bambini e gli adolescenti per creare quel mondo che,caro blueinface, riconosci tu nei testi, il gioco è semplice, minimizziamo in modo che il veleno della violenza e della depravazione entri pian piano nel loro essere, facendo marcire ogni sano principio.

      trishel60

      esatto, il 68 seppure con molte difficoltà è stato il periodo in cui c erano cantanti come Francesco Guccini, FRancesco De Gregori, Roberto Vecchioni, Lucio Dalla e tanti altri che scrivevano testi impegnati e che hanno rappresentato, rappresentano e rappresenteranno la storia ed il vanto della musica italiana.

    Aldo

    Secondo me uno/a che si firma blueintheface dovrebbe pensare di metterci la faccia e sapere cosa dice, nel ’68 il comune denominatore è stato: LOVE & PEACE la violenza sia verbale che fisica era lontana anni luce e sicuramente nessuno parlava maltrattando il prossimo, stiamo andando indietro di 3000 anni, e più diamo spazio a questi come tu li definisci “FENOMENI” più credono di essere “FENOMENI” le visualizzazioni sul web non sono sinonimo di VERITA’ o CREDIBILITA’ purtroppo dietro una tastiera CHIUNQUE scrive ciò che vuole ma ciò non toglie il fatto che chi porta avanti questi testi potrebbe avere dei fans come TE ! (ti consiglio vivamente di farti un bagno di umiltà per quello che scrivi e di chiedere 1000 volte scusa a chi con la MUSICA ha sempre portato GIOIA DI VIVERE e non CRUDELTA e IGNORANZA RADICATA.

    Orzo

    Fare un escursus dal punto di vista storico, mettendo sullo stesso piano ciò che accadde nel ’68 e ciò che sta succedendo in questo 2020 mi sembra coraggioso (se devo essere politicamente corretto) ma se andiamo a fare un analisi di ciò che musicalmente animava il 68, non ci vuole una laurea per notare che questo fenomeno chiamato Trap, non ha gli elementi per rimanere nella storia più del tempo di una bevuta. Cari Trappisti, avete tanto davvero da imparare e soprattutto da capire , perchè senza conoscenza non si ha consapevolezza e alla fine si diventa altro, ma di sicuro c’è che per fortuna i veri artisti stanno altrove e non in televisione con l’AUTOTUNE !!
    Una cosa l’ho capita…..non sei uno che ama la musica….la musica che ti fa innamorare della vita …la musica che basta una frase e dici tutto.
    Ascoltati Ennio Morricone, De Andrè, Pink Floyd, Battisti, PFM, Mozart, Bach, ecc. ecc.
    Buon 2020 caro mio

    tino

    non fare lo pseudonimo ,non nasconderti !!non sai niente del 68 quando tu te la facevi adosso e non sapevi il perchè noi c’eravamo.

Rina Tita Boni

Non riesco a capire come Amadeus abbia ritenuto opportuno invitare un personaggio simile al festival . Mi auguro un ripensamento

Ecliss

È stato sbattuto fuori dal gfvip il pizzaiolo siciliano solo perché ha detto io me la scannerei in senso goliardico anche se sbagliato..e poi sulla rete nazionale si da visibilità a questo demente psicopatico che non ha niente a che vedere con la canzone italiana e che detto tra noi usa una tecnica che potrebbe usare chiunque anche se stonato? Cosa non si farebbe per l’audience!!!

    Monique

    Sei un mito! Hai pienamente ragione io se fossi in platea organizzerei un ammutinamento. Esce lo psicopatico, inutile e demente e gli spettatori escono, ma il popolo italiano non lo fa purtroppo.

Silvia

Di certo non vedrò il festival di Sanremo,andrò al cinema ed organizzero’ cene ed intrattenimenti serali con gli amici. Posso ancora scegliere?

mimma

qst sarà il declino del festival di Sanremo !!! come si può fermare la violenza quando la tv è la prima a farla e a proporla?Amadeus VERGOGNATI!!…. ….. quando e se salirà sul palco qst feccia umana lo accoglierei a pomodori in faccia ……

    Lorenzo

    Lei è il chiaro esempio di come questa società sia in un vorticoso declino sociale. Il fatto che Junior Cally abbia un modo di esprimersi ed esporre i suoi contenuti che indubbiamente non è d’esempio per i più giovani viste le volgarità è evidente, ma deve tenere in considerazione 2 fattori molto importanti. Il primo è che nessuno la autorizza a chiamare “feccia umana” (complimenti per il francesismo) un artista che non conosce nemmeno e che si è limitata a giudicare leggendo 2 versi che sono palesemente scelti per mettere sotto una cattiva luce questo ragazzo. Le motivazioni reali dietro a queste barre sono molteplici e più profonde di quanto pensa, ma da “donna vissuta” quale immagino lei sia (visto come parla e scrive) si è limitata a fare un approssimativo giudizio sull’artista in questione. Il secondo fattore è che oramai nessun giovane d’oggi si scandalizzerebbe ad ascoltare musica del genere visto il successo che la musica rap e trap sta avendo tra i ragazzi. Oramai non esistono più tanti 15enni che ascoltano Baglioni signora, quindi accetti il fatto che le uniche persone indignate e scandalizzate siete voi, poiché in questo ambito siete rimaste molto indietro. Saluti
    P.S. Ho 16 anni e ascolto molti generi musicali, da Junior Cally, passando per Eminem e Avicii e finendo con Tiziano Ferro, quindi ritenevo opportuno risponderle visto la mia maggior informazione in questo ambito

      Raffaelefant

      Ascoltare certe canzoni, soprattutto comprendendo il testo di ciò che cantano è da disturbati mentali. Io alla tua età ascoltavo di tutto, ma tanta musica straniera, quale quella di Iron Maiden, AC/DC, megadeth etc etc la ascoltavo per la bellezza della loro musicalità e non per i testi proposti. Ci vuole coraggio ad ascoltare uno come Junior Cally, Sferaebbasta e tanta altra spazzatura

        Lorenzo

        Il problema e anche il motivo del mio messaggio non è approvare questo cantante a Sanremo, come probabilmente è stato inteso. Sono il primo a dire che i testi sono troppo crudi e volgari, però, oltre al fatto che nessuno ha mai pensato magari ad un secondo significato di queste parole e la motivazione che lo ha spinto a scriverle e inserirle in un brano, sto dicendo che Junior Cally non è solo questo. Troppo facile guardare solo quello che fa comodo secondo me

      Vertigo

      Sono proprio quelli della tua età ad aver dato il lasciapassare a questa immondizia.. Sei tu e quelli come te “il chiaro esempio di come questa società sia in un vorticoso declino sociale”.. Lascia perdere, vai a farti un sui cavallini a dondolo..

        Lorenzo

        Mi verrebbe da dirti “adesso prova a ripeterlo senza piangere” ma non me la sento di discutere con una persona che mi incita ad andare sui cavallini a dondolo. Chiedo scusa Mozart per aver espresso un mio parere su un artista che personalmente non disprezzo.
        Saluti da quello che fa parte di una generazione in un vorticoso declino sociale, come se la tua fosse meglio!

      Monique

      Imma ha ragione feccia umana è troppo poco! Scherziamo?!
      Questo parla di violenza gratuita, volgarità, misoginia e c’è chi come lei lo difende o lo ammira ?
      Ma a che livello siamo.
      Ogni giorno lottiamo, battagliamo contro omofobia, razzismo, antisemitsmo, violenza contro le donne ecc, e poi ci troviamo uno psicopatico immerso nelle sue depravazioni e nei suoi complessi molto probabilmente : senso di inferiorità , impotenza, rabbia repressa e lo difendiamo ??? Ma mi faccia il piacere è stia zitto, proprio per questo il mondo va sempre peggio, perché c’è chi incita violenza e cattiveria.

        Lorenzo

        Quando avrà ascoltato tutta la discografia di Junior Cally e non solo questa strofa (chiaramente controversa, non sto dicendo che abbia ragione ad aver detto quelle cose), allora se ne potrà riparlare

      Orzo

      Lorenzo, apprezzo il tuo coraggio davvero, solo vorrei che tu ascoltassi tutti quelli che hanno davvero usato la musica portandola in alto, nei cuori , sotto la pelle sottoforma di buone vibrazioni.
      Caro Lorenzo dire che Cally è un artista e come dare del Dio a chi ti vende un amuleto.
      Te lo dico con affetto….i veri artisti hanno qualità molto diverse da ciò che questo personaggio esprime.
      Un giorno capirai ….buon 2020!!

      trishel60

      lorenzo la tua età traspare dal commento, che dire? l artista di cui tu parli l immagine se l è creata da solo, e quindi ne subisca le conseguenze. se ci sono ragazzi come te che amano e seguono questo tipo di testi, sono molto preoccupata. ti posso dire ,visto il lavoro che svolgo che ragazzi che seguono questi talenti disagiati ce ne sono pochi , ma molti altri che pur non ascotando Baglioni , ascoltano cantanti come appunto Tiziano Ferri e schifano quelle canzoni, se così si possono chiamare. se poi vuoi sapere come la pensano quei ragazzi che hanno sofferto per le violenze subite le torture e le morti delle donne che occupavano un posto affettivo nella loro vita, che questi psicopatici descrivono nei loro testi , parla con loro e ti chiariranno le idee confuse che purtroppo esterni.

Stefania Milani

Se si guarda un film in tv dove ci sono scene di violenza, spesso c’è il bollino rosso onde evitare la visione ai bambini….Io non sono una bmbina, non sono una bigotta, mi piacciono i giovani e la loro musica, guardo Amici e sono attenta e incuriosita da tutto ciò che dimostrano i cambiamenti nella gioventù ma, questo personaggio, volgare e ambiguo, dovrebbe essere cancellato da ogni contesto pubblico per impedire ai bambini di ascoltarlo, pena un disturbo della loro crescita. Lui ha dei grossi problemi psicologici, forse è stato abusato da piccolo ma, in ogni caso, non può stare sul palco di Sanremo, altrimenti ci vuole il bollino rosso per la trasmissione!

Silvia

Impensabile far salire sul palco dell’Ariston un orrido e volgare figuro che inneggia alla violenza verso le donne. Grazie alla “voce” di Grazia, ancora una volta puntuale, lucida e ferma.

    Anna

    Bene, mentre google/youtube censura un video splendido de I Dei Degli Olimpo,Terra, perchè a suo dire inneggia alla violenza ed in realtà è tutto l’opposto, poichè parla di un figlio che protegge la propria madre, Sanremo manda in onda un essere così volgare e discutibile, complimenti, sempre peggio

Sissi

Ancora una volta è la “voce” di Grazia a ricordarci in quale orrido baratro scivola la canzone italiana. È e sarà un fatto gravissimo concedere a questo orribile individuo il palco dell’Ariston.

Concy6forte

Mi chiedo quale giovamento.artistico possa apportare e alla canzone e all arte e al.festoval.la volgarità e la violenza non può essere deprecabile solo in politica,ma sempre, Signor Amadeus.sta confermando.codi la sua inconsistenza. Ho pena per lei e la.mancante lungimiranza

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.