Sciolto il nodo su Tiziano Ferro al Festival di Sanremo 2020 dopo le rivelazioni di Amadeus

Tiziano Ferro al Festival di Sanremo 2020 ci sarà: ecco la rivelazione di Amadeus

Tiziano Ferro al Festival di Sanremo 2020 ci sarà. La nota arriva ufficiale direttamente dalle parole del direttore artistico e conduttore Amadeus, che rivela qualcosa di assolutamente inaspettato che riguarda l’amato cantautore di Latina.

Tiziano Ferro confermato a Sanremo 2020

La sua presenza è infatti prevista per tutte le serate, tutte e 5, anche se ancora non sono state rivelate le modalità con le quali prenderà parte alla manifestazione. Non una semplice ospitata, la sua, ma una presenza fissa nel cast di Sanremo 2020 che si avvierà il prossimo 4 febbraio.

L’ultima volta di Tiziano Ferro a Sanremo 2020

Le voci trovano finalmente conferma, dopo mesi di indiscrezioni che parlavano della possibilità di un suo ritorno sul palco dell’Ariston a tre anni dalla sua ultima calata, quella nella quale portò un omaggio a Luigi Tenco in Mi Sono Innamorato Di Te, per poi duettare con Carmen Consoli in Il Conforto, che aveva inserito nell’album Il Mestiere Della Vita.

Tra le conferme ufficiali c’è anche quella di Lewis Capaldi, che sarà il primo ospite internazionale della prossima edizione del Festival di Sanremo. Confermati anche Al Bano e Romina Power, dopo che l’artista di Cellino San Marco aveva lanciato lo spoiler in una delle recenti puntate di Porta A Porta di Bruno Vespa.

Il cast televisivo è invece tutto da definire. Certa la conduzione di Amadeus, che è anche direttore artistico della manifestazione, mentre si attendono i nomi delle vallette che potrebbero affiancarlo in conduzione. Si è parlato di 10 dame, che potrebbero essere tutte al suo fianco e ogni sera oppure avvicendarsi nel corso delle diverse serate.

I nomi dei concorrenti di Sanremo Giovani sono invece noti. A questi, si aggiunge quello di Tecla Insolia che ha vinto l’ultima edizione di Sanremo Young e si presenterà sul palco del Teatro Ariston con il brano 8 marzo. 5 sono invece i concorrenti emersi dalle selezione di Sanremo Giovani, ai quali si aggiungono quelli provenienti da Area Sanremo.

Deciso anche il regolamento della kermesse, che si sviluppa nelle 5 serate dal 4 all’8 febbraio una serata di cover, le cui votazione concorreranno alla realizzazione della classifica finale che incoronerà il vincitore al termine della finale.

22 i nomi dei concorrenti in gara, dei quali si sa ancora molto poco. Tanti i nomi fatti senza che ci siano state conferme. Si è parlato di Arisa, che tornerebbe sul palco del Teatro Ariston a un solo anno dalla sua ultima partecipazione con Mi Sento Bene, ma anche di Achille Lauro, che ha debuttato sulle tavole del teatro con la controversa Rolls Royce.

La conduzione di Amadeus, e la sua direzione artistica, sembra quindi rappresentare un punto di rottura con quella voluta da Claudio Baglioni, che aveva abolito – nell’ultima edizione – la categoria Nuove Proposte, anticipandola alle due serate di dicembre su Rai1. L’edizione 70 riporterà invece i Giovani sul palco del Teatro Ariston con la sfida conclusiva che permetterà loro di raggiungere il trofeo di categoria.

Le canzoni di Sanremo saranno giudicate dalle tre giurie preposte, con la serata del venerdì che sarà quasi interamente dalla sala stampa presidiata dai giornalisti.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.