Louis Tomlinson a Milano nel 2020, con l’album Walls un unico concerto in Italia

Un nuovo singolo, un album nel 2020 e il tour con un concerto in Italia per l'ex One Direction

1
CONDIVISIONI

A gennaio Louis Tomlinson rilascerà il suo primo progetto discografico da solista e poi arriverà in Italia per un unico concerto al Fabrique di Milano. La data è quella dell’11 marzo 2020 e i biglietti saranno disponibili in prevendita al prezzo di 35 euro + diritti di prevendita in esclusiva per gli iscritti My Live Nation dalle ore 10:00 di mercoledì 30 ottobre.

Successivamente, i biglietti saranno disponibili in prevendita su www.ticketmaster.it , www.ticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati dalle ore 10:00 di lunedì 4 novembre.

Louis Tomlinson ha annunciato oggi i primi concerti del tour mondiale in programma per il prossimo anno a sostegno del suo esordio discografico da solista. Come Liam Payne, anche Louis Tomlinson il prossimo anno rilascerà un disco da solista, dopo il percorso negli One Direction.

Niall Horan e Harry Styles sembrerebbero essere attesi invece già con il secondo disco di inediti da solisti, avendone già rilasciato uno poco dopo lo scioglimento del gruppo e avendo già intrapreso tournée da solisti in Europa e nel resto del mondo.

Per Louis Tomlinson il 2020 sarà l’anno del lancio della sua carriera da solista. L’album Walls è atteso per il 31 gennaio anticipato dal singolo We Made It, da oggi disponibile in radio e in digital download in tutto il mondo. L’indie e il sound pop-elettronico più contemporaneo si fondono nel nuovo pezzo inedito dell’ex One Direction che il prossimo anno si esibirà dal vivo in Italia per un unico appuntamento al Fabbrique di Milano atteso per l’11 marzo.

La collaborazione con Bebe Rexha in Back To You ha raggiunto subito la #1 su iTunes e il singolo Just Hold On con la partecipazione di Steve Aoki ha conquistato la #1 su iTunes in 43 Paesi: forte del successo dei suoi precedenti brani, Louis Tomlinson vanta più di mezzo miliardo di views su YouTube e oltre 60 milioni di follower sui canali social. Oltre 100 sono invece i milioni di dischi venduti nel mondo con gli One Direction.

Ha vinto un EMA Awards come Best UK & Ireland Act nel 2017 e un iHeart Awards come Best Solo Breakout nel 2018; è stato al quinto posto della classifica degli artisti emergenti di Billboard. A marzo ha pubblicato il singolo Two Of Us, in memoria della madre scomparsa a causa di una malattia, e ha ricevuto il premio Song Of The Year ai Teen Choice Awards oltre ad aver totalizzato più di 50 milioni di stream su Spotify.

We Made It è il singolo in uscita oggi a proposito del quale Louis Tomlinson ha dichiarato: “È una canzone che ho scritto circa due anni e mezzo fa. Il testo è scritto un po’ come un messaggio tra me e i fan. Che ce l’abbiamo fatta insieme”.

TESTO e VIDEO We Made It

‘Cause we made it
Underestimated
And always underrated
Now we’re saying goodbye
Waving to the hard times
Yeah, it’s going to be alright
Like the first time
Met you at your doorstep
Remember how we tasted
Looking into your eyes
Baby, you were still high
Never coming down
With you hand in mine
(Yeah, yeah, yeah, yeah)
(Yeah, yeah, yeah, yeah)
(Yeah, yeah, yeah, yeah)
Oh my, I remember those nights
Meet you at your uni
Cheap drinks
Drink ‘em all night
We’re staying out till sunrise
Share a single bed
And tell each other what we dream about
Things we’d never say to someone else out loud
We were only kids just tryna work it out
Wonder what they’d think if they could see us now (Yeah)
‘Cause we made it
Underestimated
And always underrated
Now we’re saying goodbye (Goodbye)
Waving to the hard times
Knew that we would be be alright
Like the first time
Met you at your doorstep
Remember how we tasted
Looking into your eyes
Baby, you were still high
Never coming down
With you hand in mine
(Yeah, yeah, yeah, yeah)
(Yeah, yeah, yeah, yeah)
(Yeah, yeah, yeah, yeah)

Oh god, what I could’ve become
Don’t know why they put this all on us
When were so young
Done a pretty good job
Dealing with it all
When you’re here don’t need to say no more
Nothing in the world that I would change it for
Singing something pop-y on the same four chords
Used to worry about it but I don’t no more (Yeah)
‘Cause we made it
Underestimated
And always underrated
Now we’re saying goodbye (Goodbye)
Waving to the hard times
Smoke something, drink something
Yeah, just like the first time
Met you at your doorstep
Remember how we tasted
Looking into your eyes
Baby, you were still high
Never coming down
With you hand in mine
Yeah, yeah, yeah, yeah
With you hand in mine
Yeah, yeah, yeah, yeah
No, no, no, no
Cause we made it
Yeah cause we made it
(Yeah, yeah, yeah, yeah)
Never coming down
With you hand in mine
(Yeah, yeah, yeah, yeah)
(Yeah, yeah, yeah, yeah)

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.