Due nuovi album dei Coldplay tra il 2019 e il 2020

In arrivo i nuovi album dei Coldplay tra il 2019 e il 2020 dopo qualche anno di stop

350
CONDIVISIONI

Sono in arrivo due nuovi album dei Coldplay tra il 2019 e il 2020, con il primo dei due in uscita alla fine di novembre. A lanciare l’indiscrezione è il Dailystar, che rende note alcune delle intenzioni del gruppo nel futuro più imminente.

Il prossimo lavoro arriva inoltre a 4 anni da A Head Full Of Dreams, album tanto fortunato quanto criticato, e sarà una prova sulla lunga distanza molto particolare, dal momento che sarebbe previsto un doppio rilascio prima del tour mondiale ancora da decidere.

Queste le informazioni che trapelano da una fonte vicina alla band, che ha rivelato dell’intenzione di tornare sul mercato musicale con due album dalle concezioni molto diverse e con i quali vorrebbero raggiungere obiettivi differenti:

“Il primo album è il lato più sperimentale dei Coldplay, proprio per questo non faranno tournée fino al 2020, quando arriverà il secondo, più classico e mainstream”

La prima prova potrebbe essere rilasciata già alla fine di novembre, mentre la seconda sarebbe prevista per l’inizio del 2020. Entrambi i dischi entrerebbero quindi a far parte del tour che annunceranno presto e che darà un seguito ad A Head Full Of Dreams, con il quale sono arrivati anche in Italia per i concerti allo Stadio San Siro di Milano.

In questi anni di pausa da nuovi album, i Coldplay hanno rilasciato l’EP Kaleidoscope, nel mese di luglio del 2017, mentre nel 2018 hanno pubblicato Live In Buenos Aires sotto lo pseudonimo di Los Unidades.

Il 2019 potrebbe quindi essere l’anno di qualcosa di completamente nuovo e a firma Coldplay, pronti anche a tornare sul palco per un tour mondiale nel quale porteranno la musica dei nuovi album di prossima uscita. Chris Martin e il gruppo sono anche nella line up del Global Goal Live, nel quale si conta la presenza di Ozzy Osbourne, Red Hot Chili Peppers, Billie Eilish ed Eddie Vedder.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.