A luglio 2020 il primo concerto di Celine Dion in Italia dopo 10 anni: biglietti in prevendita

Annunciato l'unico concerto italiano di Celine Dion nell'ambito del nuovo tour mondiale

24
CONDIVISIONI

Sarà il Lucca Summer Festival 2020 ad ospitare l’unico concerto di Celine Dion in Italia nell’ambito del Courage World Tour, sabato 25 luglio.

La diva canadese da oltre 250 milioni di dischi venduti in carriera porterà la sua eleganza e le sue canzoni tra le Mura di Lucca per una serata-evento che per ora è l’unica prevista nel nostro Paese.

La data di Lucca è tra le nuove che si sono aggiunte al calendario del Courage World Tour, iniziato il 18 settembre a Québec City: lo spettacolo a supporto del primo album inglese di Celine Dion negli ultimi 6 anni, dopo Love Me Back To Life, è anche il suo primo tour negli Stati Uniti in oltre un decennio. Anche dal nostro Paese la cantante manca da oltre dieci anni.

Quella di Lucca è solo una delle quasi 100 città in tutto il mondo toccate dal tour, con cui la Dion presenta i brani dell’omonimo disco in studio, in uscita il 15 novembre su etichetta Sony Music. Quattro i brani già tratti dal disco, Imperfections, Lying Down e la titletrack Courage, che hanno fatto seguito all’apripista Flying On My Own, uscito lo scorso giugno. L’album è già disponibile in pre-order negli store digitali. 

I biglietti per il concerto di Celine Dion in Italia andranno in vendita a partire da mercoledì 2 ottobre alle ore 10:00, online su www.ticketone.it e www.dalessandroegalli.com. Da venerdì 4 ottobre saranno disponibili anche nei punti vendita abituali. Previsti anche pacchetti VIP esclusivi con benefits ed omaggi.

Una particolare prevendita anticipata è riservata ai membri del fan club ufficiale, il Team Celine, e agli ascoltatori di RadioMonteCarlo: potranno acquistare i biglietti già a partire da lunedì 30 settembre alle ore 10:00, registrandosi su www.radiomontecarlo.net per ricevere il codice che abilità l’acquisto su www.ticketone.it.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.