Potenziali problemi per Windows 10 con la nuova build 18362.356

Dettagli su un upgrade che potrebbe riservarci qualche sorpresa indesiderata qui in Italia

1
CONDIVISIONI

Nei giorni scorsi è stata rilasciata la nuova build 18362.356 di Windows 10, la Patch Tuesday, che ha creato non pochi problemi agli adattatori di rete Ethernet/WiFi. Il punto principale è che, a detta dei vari utenti, dopo aver installato questo ultimo aggiornamento risulta assolutamente impossibile poter accedere ad internet perché Windows 10 non riconosce più il loro adattatore di rete. E’ proprio sul forum ufficiale di Microsoft che sono state catalizzate tali lamentele e non si tratta di poche segnalazioni, quindi effettivamente il problema risulta essere piuttosto serio.

Per ora non c’è stata alcuna risposta da parte di Microsoft, l’unica soluzione plausibile risulta essere la disinstallazione dell’ultimo update per ritornare alla versione precedente. Già in passato è capitato di assistere ad aggiornamenti pieni di bug, nonostante apportassero delle novità molto interessanti. Il punto è che non si può accedere alle novità positive se poi risulta essere impossibile avere un corretto funzionamento del proprio computer.

Un precedente da considerare con Windows 10

Un esempio di quanto detto è stato il rilascio di Windows 10 2018 October Update, in cui molti utenti si sono ritrovati con la cancellazione di file nei computer dopo aver avviato il roll out di tale update. Situazione che ha spinto poi Microsoft ad optare per una sua sospensione e quando c’è stata la risoluzione del problema, è emerso il difetto legati ai file.zip. Sono insomma spuntate fuori continue problematiche, con sospensioni costanti dell’aggiornamento e solo dopo mesi si è riusciti a garantire un aggiornamento completamente libero dai bug.

Ora si attende che dia una risposta a quanto accaduto in questi giorni con la build 18362.356 di Windows 10, perché il bug legato al non funzionamento degli adattatori di rete non è di certo poca cosa ed è necessario intervenire tempestivamente per risolverlo. A questo punto nelle prossime ore Microsoft dovrà dare una soluzione agli utenti che si sono ritrovati in questa nuova problematica, ma per ora tutto tace.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.