8 tra le migliori serie tv da guardare in famiglia, da Una Mamma per Amica a This Is Us

Scegliere qualcosa da guardare tutti insieme non è sempre semplicissimo: ecco quindi alcuni titoli da godersi senza troppi imbarazzi

34
CONDIVISIONI

C’è chi preferisce la solitudine e un religioso silenzio e chi invece non può fare a meno di un compagno con cui commentare ciò che passa sullo schermo. Insomma, guardare le serie televisive è un’esperienza del tutto libera e personale, ma quando diventa un momento di condivisione familiare richiede un pizzico di attenzione in più. Abbiamo quindi pensato di elencare 8 serie tv da guardare in famiglia senza grossi imbarazzi, lasciando comunque spazio a temi che possano aprire gli orizzonti di grandi e piccini. Vediamole subito.

Giorno per Giorno

Spesso le migliori serie tv da guardare in famiglia sono quelle sulla famiglia, come nel caso di Giorno per Giorno. Ispirata all’omonima sitcom cult degli anni ’70, la serie porta sullo schermo le vicende quotidiane di una famiglia statunitense di origine cubana. Ci sono Penelope, una mamma single veterana dell’esercito, i suoi due figli Elena e Alex, la nonna Lidia.

A partire dall’impostazione comica delle sitcom tradizionali, Giorno per Giorno affronta con delicatezza e grande efficacia temi come la salute mentale, l’immigrazione, il sessismo, la sessualità, l’omofobia, il razzismo e i pregiudizi nei confronti dei latinoamericani.

Cancellata da Netflix dopo tre stagioni, la serie è stata poi salvata da POP TV, che ne proseguirà la produzione trasmettendo i nuovi episodi sulla sua rete.

Una Mamma per Amica

Così celebre da non aver bisogno di presentazioni, Una Mamma per Amica continua a essere una delle produzioni più amate degli ultimi vent’anni. Ideata da Amy Sherman-Palladino, è ambientata nella cittadina immaginaria di Stars Hollow e segue le vite e lo strettissimo rapporto fra Lorelai e la figlia Rory.

Come nel caso precedente, anche Una Mamma per Amica è una delle più interessanti serie tv da guardare in famiglia per la capacità di trattare temi molto rilevanti. Tra questi le relazioni familiari, l’amore, le sfide dell’adolescenza, il passaggio alla vita adulta e le distanze create proprio dall’età. Il tutto in un’atmosfera divertente, brillante, mai scontata.

Una Mamma Per Amica s1 - s8 Exclusiva Amazon (44 DVD)
  • WARNER BROS (07/16/2018)
  • Alexis Bledel, Lauren Graham

This Is Us

La definizione di dramma familiare è la più calzante per This Is Us, che racconta su piani paralleli le vite dei giovani Jack e Rebecca e dei figli Kevin, Kate e Randall a distanza di 36 anni.

Diventata presto una delle serie più amate da critica e pubblico, riesce a toccare le corde più profonde dell’animo umano allontanandosi dal pessimismo e dalla negatività di tante relazioni familiari ritratte dalle soap di qualsiasi epoca. Sfoggia invece tutta la sua profondità emotiva affrontando temi come il matrimonio, la genitorialità, la sofferenza, l’ansia e molti altri.

Jane the Virgin

Jane the Virgin è una scelta interessante per chi cerca una serie tv da guardare in famiglia ma non ha voglia delle solite sitcom. Questa serie è ispirata alla telenovela venezuelana Juana la Virgen e racconta in chiave ironica – e talvolta parodica – la storia di Jane Villanueva. La vita della giovane cambia radicalmente a 23 anni, quando scopre di essere incinta dopo un’erronea inseminazione artificiale.

Nonostante l’improbabile premessa Jane the Virgin sa essere una serie godibile, capace di sfruttare gli espedienti tipici della telenovela per creare un’atmosfera frizzante e situazioni esagerate ma sempre irresistibili.

Stranger Things

Chi lo ha detto che da una storia fantascientifica brulicante di ragazzini, mostri e mondi alternativi non possa nascere una buona serie tv da guardare in famiglia? Stranger Things ne è un esempio perfetto. Pur mettendo al centro le avventure di un gruppo di bambini – diventati adolescenti nella terza stagione –, la serie ha infatti un appeal irresistibile anche per gli adulti.

La musica, l’abbigliamento, gli arredi, le auto, i prodotti commerciali, i riferimenti culturali e qualsiasi altro elemento venga in mente si inquadrano in una rievocazione così accurata degli anni ’80 da scatenare un’istantanea nostalgia.

Parenthood

Torniamo ai family drama, e precisamente a quel family drama che è considerato un po’ un avo di This Is Us: Parenthood. Ispirata all’omonimo film di Ron Howard, è il secondo adattamento televisivo dopo Fra nonni e nipoti. Al centro della storia troviamo la famiglia Braverman. Ci sono Sarah, mamma single che vive dai genitori insieme ai figli Amber e Drew; la sorella Julia col marito Joel; i fratelli Crosby e Adam, quest’ultimo con la moglie Kristina e i figli Haddie e Max.

Parenthood non ha mai raggiunto un clamoroso successo di pubblico, ma la critica ne ha sempre riconosciuto il valore. È considerata una storia di crescita per tutte le età, in cui la presenza di così tanti personaggi rende pressoché impossibile non empatizzare con almeno alcuni di loro.

La serie si muove agilmente fra il drama e la comedy e affronta temi familiari quotidiani, dedicandosi allo stesso tempo a riflessioni profonde e mature su questioni complesse come il cancro o la sindrome di Asperger.

C’era una Volta

Chi cerca una serie tv da guardare in famiglia ma preferisce allontanarsi dalle tradizionali dinamiche fra genitori e figli può puntare su C’era una Volta. Qui fantasy, drama e avventure si intrecciano per raccontare le storie di personaggi delle fiabe mutuati dall’universo Disney.

Derubati dei propri ricordi da una maledizione della Regina cattiva, gli abitanti di Storybrooke vivono giorni e anni immutabili. Solo Emma Swan, trasportata nel mondo reale tramite un albero magico, può restituire gli stessi ricordi e spezzare la maledizione.

Pur servendosi di temi e personaggi fiabeschi, C’era una Volta è stata a lungo lodata per la sua capacità di raffigurare le donne in modo realistico e tridimensionale. Emma, in particolare, è ricordata per la sua capacità di essere femminile ma non stereotipica, e la convinzione che le donne possano e debbano decidere autonomamente cosa fare della propria vita.

I Simpson

Doveroso chiudere una lista di serie tv da guardare in famiglia con i sempreverdi Simpson. Non offiranno il ritratto più edificante della società o dei rapporti tra coppie, familiari o membri della comunità, ma è proprio la loro imperfezione a renderli così irresistibili. Nati più di trent’anni fa dalla mente e dalla matita di Matt Groening, I Simpson sopravvivono alla tv via cavo e allo streaming accompagnandoci sulle reti generaliste come un dolcetto dopo pranzo.

I problematici rapporti fra Homer, Marge, Lisa, Bart e Maggie – e in generale della famiglia Simpton con il resto della comunità – sono il combustibile della satira della serie. Per mezzo di questi espedienti da sticom si affrontano in chiave umoristica i costumi e le storture della società americana, della politica, dell’ambiente, della televisione, dei rapporti genitori-figli e della condizione umana nel suo complesso.

Insomma, guardandone gli episodi con occhio critico è semplice cogliere interessanti spunti di riflessione da traslare a qualsiasi società occidentale degli ultimi decenni.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.