Niente ricarica 45W su Samsung Galaxy Note 10? Ipotesi plausibile

C'è la possibilità che il Samsung Galaxy Note 10 non preveda la ricarica rapida a 45W

1
CONDIVISIONI

Non troppi giorni fa vi avevamo presentato la possibilità che il Samsung Galaxy Note 10 potesse supportare la ricarica rapida a 45W, ipotesi che Max Weinbach, tra i membri più attivi della nota community XDA Developers, sente di escludere. A detta del leaker, il device nella sua massima versione arriverà a quota 25W, lasciando i 45W al Galaxy A90 (un device appartenente alla fascia medio-alta del mercato e che disporrà di uno schermo da 6.7 pollici, il processore Snapragon 855 oppure un SoC della serie 700). Questo potrebbe voler dire che chi deciderà di portarsi a casa il Samsung Galaxy Note 10 Pro dovrà necessariamente accontentarsi della ricarica rapida a 25W, comunque di un altro passo rispetto a quella a 10W che caratterizza gli attuali Galaxy S10.

La serie dei Samsung Galaxy Note 10 dovrebbe essere presentata il prossimo 10 agosto, data che attende di essere confermata dal produttore di Seul, che non si è ancora pronunciato in merito (del resto, è ancora troppo presto per l’inoltro degli inviti stampa). Mancano due mesi all’evento di presentazione di un prodotto che si preannuncia comunque essere votato all’innovazione, e che vedrà diversi miglioramenti rispetto al top di gamma della serie Galaxy S, come la tradizione ha visto susseguirsi di anno in anno.

Il Samsung Gaaxy Note 10 Pro potrebbe veder abolito il sensore ToF della fotocamera frontale, essendo questa posizionata in un foro al centro del display (sarebbe stato poco ortodosso puntare su un foro doppio data la nuova collocazione, probabilmente l’azienda sudcoreana ci avrà rinunciato per questo, sempre che i render trapelati negli ultimi giorni corrispondano a realtà). Per il momento restiamo con i piedi per terra, accogliendo l’ultima indiscrezione che vuole il Samsung Galaxy Note 10 fermarsi alla ricarica a 25W, accantonando l’idea dei 45W.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.